Presunta combine Catanzaro-Avellino: interrogato Walter Taccone.

E’ è durata circa quaranta minuti l’audizione di Walter Taccone a Roma, davanti al Tribunale Federale Nazionale. L’amministratore unico dell’U.S. Avellino è stato ascoltato in merito alla presunta combine di Catanzaro – Avellino 0-1 del 5 maggio 2013: una gara su cui la Procura di Palmi ha avviato una indagine penale. Vuole ora vederci chiaro anche la Procura Federale, che ha convocato l’allora presidente dell’A.S. Avellino, accompagnato dall’avvocato Eduardo Chiacchio. “E’ andata bene, ha detto Walter Taccone, ovviamente sapete che gli atti secretati e non si può dire nulla. E’ stata una chiacchierata: mi hanno fatto delle domande ed ho risposto. Quello che dovevo dire l’ho detto. Questo è tutto. Dissi ai tifosi di stare tranquilli? Lo ripeto anche oggi.” Ieri era invece toccato al direttore sportivo Enzo De Vito, anch’esso iscritto nel registro degli indagati per frode sportiva dalla Procura di Palmi, essere ascoltato. Trapani e Vibonese sono alla finestra come terze società interessate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*