Procuratore Benevento, non tutto quieto come sembra

“In provincia di Benevento non tutto è quieto come sembra, ma c’e un’attività sottostante sulla quale stiamo ponendo attenzione”. Lo ha detto ai giornalisti il Procuratore della Repubblica di Benevento, Aldo Policastro, a margine della manifestazione “Le Vittime di Mafia, la memoria, le responsabilità il ruolo delle istituzioni e la società”, da lui promossa insieme al procuratore aggiunto Giovanni Conzo, in occasione del 25mo anniversario della strage di Capaci. “Non bisogna dimenticare. Mai più le persone, i servitori dello Stato, devono essere uccisi dalla mafia. Dobbiamo spiegare ai giovani che certe cose non vanno mai dimenticate. Anche qui nel Sannio dobbiamo stare attenti alle infiltrazioni criminali e per questo i giovani devono sapere che queste zone non sono isole felici”. Lo ha detto Giovanni Conzo, procuratore aggiunto a Benevento, aprendo la manifestazione “Le Vittime di Mafia, la memoria, le responsabilità il ruolo delle istituzioni e la società”, in occasione del 25mo anniversario della strage di Capaci, alla quale hanno assistito circa 300 studenti delle scuole superiori della città. Numerose le autorità che hanno preso parte alla manifestazione tra cui, il procuratore della Repubblica di Benevento Aldo Policastro, il sindaco di Benevento Clemente Mastella, il prefetto Paola Galeone, Marilisa Rinaldi (presidente del Tribunale sannita), il rettore dell’Università degli Studi del Sannio Filippo De Rossi, ed il presidente dell’Associazione nazionale magistrati di Benevento Simonetta Rotili, oltre ai vertici provinciali e regionali delle Forze dell’Ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*