Programma elettorale lista “Rinascita per San Martino V.C.”- La Pietra Sindaco

La lista “Rinascita per San Martino V.C.” che sostiene la candidata sindaco Claudia La Pietra presenta ai cittadini sanmartinesi, in vista delle elezioni amministrative del 5 giugno 2016, un programma del fare e non dell’apparire.
Numerosi i temi che sono stati esaminati. Come, ad esempio, l’agricoltura. La lista si impegna a favorire, in accordo con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, con l’utilizzo dei fondi FESR (Fondi europei per lo sviluppo regionale)-Regione Campania 2016-2021 la costituzione di aziende agricole che producano prodotti biologici. Intende anche favorire un tipo di agricoltura più intensiva di prodotti locali, in modo da potere entrare, piano piano, nel circuito di raccolta di questi per le aziende di trasformazione.
Per quanto riguarda la tutela ambientale, “Rinascita per San Martino V.C.” ritiene che l’area del Mafariello possa diventare un parco verde comunale, gestito da una cooperativa, in sintonia con il Parco del Partenio ed in collaborazione con l’Oasi del WWF di Pannarano. Non solo, la lista guidata dalla dirigente scolastica Claudia La Pietra, pensa all’istituzione di Guardie zoofili ed ambientali che, dopo un corso presso una sede delle Associazioni di settore della nostra regione, siano messe in campo e collaborino con le Forze dell’ordine a difesa dell’ambiente. In collaborazione con le istituzioni deputate intende, poi, far sì che il Mafariello sia dotato di energia elettrica. Un’idea: l’attivazione di pannelli fotovoltaici.
Sarà a cura del Comune la pulizia, la ristrutturazione, la riparazione delle strade, il ripristino dei percorsi pedonali per arrivare al Mafariello.
Per la realizzazione di questi punti programmatrici, oltre ai fondi ordinari, si cercherà di attingere al programma “LIFE” (azione per l’ambiente e per il clima) riferito al periodo 2014/2020. Esso sostituisce il precedente programma “LIFE” (anni 2007/2013) ed ha un ruolo significativo nell’attuazione dei principali interventi legislativi dell’Unione europea in campo ambientale.
Questo programma, a livello nazionale, dispone di oltre oltre 3,2 miliardi di euro, di cui un sottoprogramma per l’ambiente (destinati 2,592 miliardi di euro), un sottoprogramma per l’azione climatica (destinati 864 milioni di euro).
Per quanto riguarda la Protezione civile comunale la nostra lista intende riportare in primo piano gli aspetti formativi del volontario attraverso corsi teorici e pratici, aggiornamento e potenziamento dell’Albo dei volontari, sensibilizzando la popolazione sugli ambiti e sugli aspetti generali della Protezione civile, rafforzando la collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado, le associazioni, le unità produttive e le Forze dell’ordine. Infine, la Protezione civile fungerà da supporto logistico per iniziative e manifestazioni sportive, sociali, umanitarie che si svolgono nel territorio comunale.
La lista “Rinascita per San Martino V.C.” intende sostenere tutte le associazioni presenti nel territorio per aiutarle a promuovere e realizzare iniziative assistenziali, formative, culturali, scientifiche didattiche ed artistiche, ad organizzare e promuovere convegni, dibattiti, seminari di studio e approfondimento, corsi e manifestazioni, in ambito educativo e con cura speciale per i giovani.
Inoltre, affinchè il Comune sia, ogni giorno, la Casa di tutti i cittadini oltre alla riapertura dell’Ufficio relazioni con il pubblico (URP) e dell’Ufficio Stampa che la Giunta uscente ha abolito, la lista “Rinascita per San Martino V.C.” intende creare una Commissione altamente esperta in ricerca e sviluppo di progetti europei. Questa europrogettazione si baserà sull’accessibilita a determinate piattaforme come, ad esempio, Invitalia SpA, Horizon 2020 ed Agenzia europea, suddivisa per singole materie. #SanMartinoèEuropa.
La nostra Giunta ed i nostri consiglieri saranno nelle strade del paese tutti i giorni e non solo in occasione della campagna elettorale. #Siamotutticittadini. #IlComuneviascolta
Per quanto riguarda i temi culturali, la lista che sostiene la dirigente scolastica Claudia La Pietra si impegna a riportare a casa i 50 mila volumi appartenenti a Carlo Del Balzo ed ancora fermi ad Avellino. A questo proposito è intenzione di “Rinascita per San Martino V.C.” costituire una Biblioteca comunale nel restaurando Palazzo Cenci Bolognetti o nell’ex scuola media Carlo Del Balzo, dove possa essere instaurato un servizio di prestito bibliotecario. In collaborazione con le Case editrici si potrà anche avere accesso a volumi, scolastici, universitari e non destinati al mercato dell’usato, in modo da garantire una piacevole lettura dei vari generi a grandi e piccoli.
A proposito del Palazzo Cenci Bolognetti è ferma intenzione della lista “Rinascita per San Martino V.C.” recuperare i 4 milioni di euro destinati alla sua ristrutturazione. In modo da creare, oltre alla Biblioteca comunale, anche un Centro congressi da poter affittare a chi ne faccia richiesta.
Per quanto riguarda la stagione culturale è necessario che il Comune riprenda in mano la sua organizzazione, in stretta collaborazione come suddetto con tutte le associazioni presenti nel nostro territorio.
Sui temi degli investimenti, attività produttive e lavoro “Rinascita per San Martino V.C.” ritiene che la crescita socioeconomica del paese caudino abbia bisogno di un’iniezione di investimenti pubblici e privati per risalire la china della crisi. Ormai a San Martino Valle Caudina non ci sono più aziende se non imprese legate, a vari livelli, al mondo dell’edilizia. Essa però non gode di ottima salute non solo nel nostro paese ma anche nella regione. Perciò, per far sì che le aziende del settore possano fare fatturato e garantire occupazione è necessario che puntino non più sulla costruzione dalle fondamenta ma passino alla ristrutturazione conservativa degli edifici.
Per questo la nostra lista, per quanto riguarda il Piano urbanistico comunale pensa all’utilizzo di fondi FESR (Fondi europei per lo sviluppo regionale) in modo da garantire una progettualità a cadenza quinquennale, in ambito delle priorità e delle esigenze di decoro urbano e di lavori altamente necessari quali, ad esempio, la realizzazione di aree verdi, di zone pedonali, di impianti fognari, di un impianto di illuminazione pubblica moderno e della riqualificazione delle infrastrutture.
Non più “grandi opere”, non più cementificazione selvaggia ma interventi per i cittadini. Le vere opere pubbliche sono quelle che favoriscono tutta la comunità: dalla riparazione delle strade interpoderali, a quelle di massimo scorrimento, alla realizzazione di marciapiedi per favorire passeggiate e una mobilità “più verde”, dai parcheggi per disabili al miglioramento della segnaletica verticale ed orizzontale. Tanti piccoli interventi creano lavoro tutto l’anno.
Per l’area adiacente a Sferracavallo si pensa alla creazione di un polo economico e produttivo. A questo proposito la nostra lista pensa alla costruzione di appositi capannoni da utilizzare per eventuali investimenti imprenditoriali. A tale proposito, proponiamo forti agevolazioni fiscali sul pagamento della tassa dei rifiuti e delle altre tasse. Gli eventuali investitori che, grazie alla futura Amministrazione che ci auguriamo di poter guidare, dovranno assumere cittadini sanmartinesi per una risposta seria alla cronica mancanza di lavoro.
Sulle politiche sociali la lista ritiene che sia necessaria l’instaurazione di un polo sanitario che preveda l’accorpamento in un’unica sede, possibilmente alla portata di tutta la comunità, del servizio di medicina di base con la guardia medica, il servizio del Pronto soccorso (118), il laboratorio di analisi ed i primi interventi di pronto soccorso, un servizio di ambulanza, il trasporto di anziani o di malati che hanno bisogno di cure particolari presso strutture sanitarie per visite specialistiche.
Interventi dovranno essere fatti a favore dei disabili con l’abbattimento delle barriere architettoniche e la realizzazione di scivoli per le carrozzine.
E’ ferma intenzione della lista favorire le attività sportive per tutte le età. A questo proposito si pensa di ristrutturare il Palazzetto dello Sport, anche in collaborazione con la sezione di Avellino del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI). Una volta che questi lavori saranno terminati, il Palazzetto potrebbe essere utilizzato per lo svolgimento di gare, spettacoli ed altre attività.
La Pro Loco, con la supervisione dell’Amministrazione comunale, potrà gestire il sito. La nostra lista intende dare alla Pro Loco ampio risalto. In particolare, pensiamo di utilizzare, anche in questo caso, i fondi europei denominati POI che finanziano, nei piccoli Comuni, singoli eventi culturali fino a 40 mila euro ad evento.
L’organizzazione sarà affidata alla Pro Loco e consentirà, senza dubbio, di smuovere l’economia sammartinese e caudina. Basti pensare, ad esempio, alla vendita di alimenti, bibite e dei nostri prodotti locali (in ogni periodo dell’anno).
Sulla gestione dei rifiuti, “Rinascita per San Martino V.C.”, in collaborazione con i Consorzi di settore intende realizzare arrivare ad una raccolta differenziata spinta. Con Irpinia Ambiente, società che si occupa della raccolta della spazzatura, dovremo ragionare su come migliorare il servizio ed a quale costo. Basta sacchetti esposti sulle inferriate delle nostre case o lasciate per strada, preda dei cani randagi.
Tra i servizi scolastici che vogliamo offrire ai giovani studenti c’è anche un servizio di scuola bus da attivare con l’utilizzo di lavoratori socialmente utili, di una cooperativa, di una società che vinca la gara d’appalto o con l’utilizzo di ragazzi e ragazze grazie all’applicazione di quanto stabilito con “Garanzia Giovani”.
Il Comune poi, per quanto riguarda la mensa, metterà a disposizione locali attrezzati per la cucina dei pasti per gli studenti ed il personale scolastico che, per il contratto collettivo di lavoro, può usufruire del servizio mensa.
Per quanto riguarda i servizi pubblici Il Comune si deve riappropriare di un servizio fondamentale per la mobilità degli studenti, rendendo più agevole la vita alle famiglie. Pensiamo, dunque, alla riproposizione di un servizio bus gratuito comunale sia per il servizio scolastico sia per quello servizio urbano entro i confini comunali, come ad esempio una linea che colleghi le varie zone del nostro paese con la stazione in occasione della partenza e dell’arrivo dei treni di MetroCampaniaNordEst. #Mobilitàpertutti
Il contenzioso nel Comune di San Martino Valle Caudina raggiunge livelli molto alti. Troppo spesso con risultati alterni. In questi anni, è bastato poco per fare causa all’Ente, tanto che lo stesso risultante soccombente in una lite giudiziaria ha dovuto pagare, utilizzando chiaramente i soldi dei cittadini. L’Amministrazione uscente ha dato a pioggia a tanti legali gli incarichi. “Rinascita per San Martino V.C.” propone, invece, la creazione di una short list di avvocati, specializzati in tutti i settori del diritto, affinchè possano assistere al meglio il Comune in caso di cause che potrebbero sopravvenire.
Seppure il nostro comune sia abbastanza sicuro, la nostra lista intende rafforzare questa sicurezza. Oltre a quella stradale ed oltre alla videosorveglianza operata da telecamere, intendiamo creare una migliore sinergia tra la nostra Polizia municipale e le Forze dell’Ordine (Carabinieri e Polizia di Stato). Qualora si aprissero possibilità economiche e normative, “Rinascita per San Martino V.C.” intende indire un concorso per personale destinato alla Polizia municipale.
Vista l’altissima tassazione che costringe i nostri commercianti, artigiani e liberi professionisti e piccole imprese a pagare una percentuale altissima di tasse locali ogni anno è necessario abbassare le imposte, a partire dall’addizionale IRPEF (la più alta della Valle Caudina). Un’imposta dovuta al fatto che il nostro comune è stato considerato, nel passato, ad alta densità turistica. Pensiamo di poter arrivare alla riduzione delle tasse locali, partendo appunto dall’addizionale IRPEF.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*