Promozione girone A: incerta la lotta al vertice.

Il girone di andata di questo campionato ha riservato non poche sorprese. Tante squadre costruite per la vittoria finale del campionato hanno avuto una serie di difficoltà iniziali. Forse molto è dipeso anche dal fatto che il calendario proprio nella prima parte del torneo ha riservato quasi tutti gli scontri diretti tra le annunciate favorite, ma anche per la poca conoscenza delle avversarie visto che il girone è formato da sei squadre casertane, quattro sannite e cinque napoletane. Modi di giocare diversi, poca conoscenza degli avversari, fattori che hanno inciso non poco, costringendo le cosiddette favorite ad una sorta di periodo di ambientamento. La dimostrazione di tutto questo sta anche nei numeri, infatti rispetto al girone C di Promozione, questo girone nelle sue prime della classifica ha un gup di punti abbastanza sensibile. Altro termine di paragone lo si può fare sui gol segnati e subiti, infatti nonostante questi numeri pressoché si equivalgono va detto che nel girone A sono state poche squadre a realizzare molte reti, ad esempio la capolista Casoria ne ha realizzate ben quaranta, rispetto al girone C dove c’è stato più equilibrio, e addirittura a realizzare più reti, trentasette, è stato il Grotta che non lotta per il primato. Ma superata la fase iniziale di ambientamento, disputati gli scontri diretti arrivati troppo presto, man mano le gerarchie si sono andate affermando, e possiamo dire che la classifica del girone di andata rispecchia un po’ i valori che in previsione si erano fatti. Nel giro di cinque punti ci sono ben cinque squadre, e al momento sono loro a giocarsi le carte per la vittoria finale, ma anche per la formazione della griglia Play Off. . Come dicevamo comanda il Casoria, apparsa la squadra più compatta e meglio assortita, che peraltro può sfruttare il fatto che molti giocatori giocano assieme da diversi stagioni, e poi ha a disposizione un bomber come Nucci che con ben ventuno reti realizzate sembra veramente imprendibile per gli avversari. Insomma il Casoria è la squadra favorita numero uno. Occhio però al Cicciano che ha fatto le cose in grande, ha avuto difficoltà ma ora sembra essersi ripreso. Ha giocatori di categoria superiore, il bomber Cerrato, l’attaccante De Stefano, il terzino Sparano, il trequartista Bizzarro, insomma fior fiore di calciatori per la categoria. Occhio anche Comprensorio Alba Nuova, partenza senza grandi pretese, poi una rimonta importante e terzo posto in classifica con l’autostima cresciuta a dismisura. Nel novero delle prime c’è anche la Forza e Coraggio di Antonello Mauro, un campionato importante quello fin qui disputato dai giallorossi, otto vittorie, quattro sconfitte ed un solo pareggio, testimoniato anche da i numeri. Ora si attende la verifica del girone di ritorno ma per i giallorossi almeno i play off sembrano alla portata. Il treno delle prime lo chiude il Villa Literno. Tanti alti e bassi dei casertani che fin qui non sono riusciti a dare continuità ai propri risultati, nonostante i gol di Insigne. Tenta disperatamente di agganciare il treno Play Off la Virtus Goti, anche qui qualche risultato sfavorevole ha compromesso la rincorsa degli uomini di Facchino. C’è un moderato ottimismo per il girone di ritorno, tutto è possibile. Deve rinserrare le fila il Ponte che dopo un ottima partenza, dopo tre giornate era primo a punteggio pieno, ora deve fare i conti con una classifica da sistemare. La truppa di giovani guidata da Di Sauro deve fare gruppo e trovare i punti necessari per bissare la salvezza in anticipo, le potenzialità ci sono, a partire dal bomber Fusco, vice cannoniere con tredici reti. Sembra invece aver ammainato bandiera il Real San Nicola, la decisione di continuare con i giovani per onorare il campionato è stata molto saggia dal punto di vista sportivo. La matricola sannita ha avuto subito difficoltà, il campionato di promozione non si improvvisa, è un torneo complicato va affrontato con programmazione. In ultimo vogliamo segnalare la delusione fin qui del torneo. Si tratta del Galazia Maddalonese, partita con propositi tesi a rilanciare il calcio nella cittadina casertana e che invece ora annaspa nella parte bassa della classifica. Importante la campagna acquisti, sono arrivati diversi giocatori , anche l’ex Torrecuso Pingue, staremo a vedere,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*