Promozione Girone C. Il punto al termine del girone di ritorno.

L’impresa di giornata la mette a segno il Serino che costringe la capolista Virtus Avellino alla prima sconfitta stagionale. Ne approfitta l’Eclanese che riesce a piegare con fatica il Paolisi e mette a segno l’aggancio in vetta. Si annuncia un girone di ritorno assolutamente interessante con le due formazioni irpine che se la giocheranno partita per partita. Dietro arranca lo Sporting Accadia che non approfitta dello stop della capolista e si fa fermare in casa da un ritrovato Baiano. Ora per lo Sporting arriva opportuna la sosta, un momento di riflessione è più che necessario per ripartire con altre motivazioni. Continua la risalita del Serino, la squadra più in forma del momento, gli ultimi acquisti hanno migliorato notevolmente la formazione irpina che ora aspetta con impazienza la ripresa del campionato. Si lecca le ferite il Paolisi. La squadra caudina meritava certamente qualcosa di più, quella contro l’Eclanese è stata una buona prestazione, ma il rammarico per le decisioni arbitrali discutibili continua a lasciare l’amaro in bocca. Comunque nulla è compromesso per la zona play off visto che c’è da attendere ancora il responso della giustizia sportiva per la gara con l’F.C. Avellino. Zona play off dove irrompe prepotentemente il Grotta, la squadra di Bruno riprende a correre, sconfitta con punteggio tennistico la Bisaccese. Dietro da segnalare il riscatto della Vis Ariano che espugna il campo del Siconolfi sempre più in crisi e recupera morale e consapevolezza in vista del girone di ritorno. Giornata positiva per Comprensorio Miscano e San Martino. La formazione di Marinaccio torna alla vittoria a spese della Felice Scandone sempre più giù e si posiziona a centro classifica. Stessa cosa fanno i caudini di Rino Gaito, prestazione di forza contro l’Artemisium e tre punti pesanti che aiutano a scalare la classifica. Turno di riposo per l’F.C. Avellino che non ha giocato ma che ha visto tutte le avversarie per la lotta salvezza perdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*