Promozione girone C: il punto dopo la prima giornata dei play out.

In questo girone si giocavano solo le finali play out. Come è noto infatti l’Eclanese è qualificata di diritto per la finalissima tra le seconde degli altri tre gironi di Promozione. Le quattro superstiti si affrontano in un doppio incontro che determina l’accesso in Eccellenza delle due vincenti. Per intanto la squadra di Martino si prepara e assiste a ciò che avviene negli altri gironi per cercare di individuare la possibile avversaria. La formazione irpina è la migliore seconda classificata, per cui giocherà, secondo regolamento, tra le mura amiche la finalissima. Chi potrà essere? Le indicazioni portano ad una delle seconde del girone A e D, ma in quest’ultimo caso sembra improbabile che il Calpazio perde in casa con la Sanseverinese, allora sta per materializzarsi una cosa abbastanza intrigante, che l’avversaria dell’Eclanese arrivi dal girone A di Promozione, una tra Cicciano e Virtus Goti. Si per l’appunto la Virtus Goti che se batte il Cicciano trova nella finalissima, guardate un pò, quell’Alessio Martino, oggi alla guida dell’Eclanese, e fino all’anno scorso con i goti con i quali aveva ottenuto la Promozione e poi ben figurato. Chi lo poteva immaginare, una eventualità tutta da costruire, ma assolutamente possibile. Basta attendere sette giorni per saperlo, tutto è nelel mani della squadra di Facchino. Per quanto riguarda invece i play out alla fine la spuntano due matricole, restano in Promozione il Giuseppe Siconolfi e la Felice Scandone Montella, vanno invece allo spareggio per non retrocedere l’Artemisium e il Comprensorio Miscano. L’impresa l’ha compiuta il Siconolfi che vince netto in casa dei pugliesi dell’Artemisium ormai in smobilitazione. La formazione di Sicuranza ha dimostrato di essere una delel squadre più informa dell’ultimo scorcio di campionato, ha avuto il merito di non arrendersi mai e alla fine ha centrato l’obiettivo salvezza. Obiettivo ottenuto anche dalla Felice Scandone che ha vinto in rimonta sul Comprensorio Miscano di Marinaccio che arrivata ad un passo dalla salvezza è poi caduta malamente in basso. Problemi interni hanno compromesso il riusltato salvezza che ora deve essere ottenuto giocando lo spareggio con l’altra sconfitta l’Artemisium.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.