Promozione Girone C: il punto dopo la sesta di ritorno.

Una giornata che ha fatto chiarezza. La vittoria del campionato è una cosa riservata a Virtus Avellino ed Eclanese. Entrambe le squadre superano due banchi di prova non affatto semplici, ed ora ad appassionare è solo il testa a testa tra queste due formazioni. La Virtus Avellino suda le proverbiali sette camicie, ma alla fine grazie ad un episodio a lungo contestato riesce a vincere la resistenza di un indomito Paolisi che con una prova maiuscola ha messo paura alla capolista, tenendola in scacco per lunghe parti dell’incontro. Ma la squadra di Criscitiello si conferma squadra che non si lascia sfuggire niente e quando può colpisce. Ben più arduo era il compito dell’Eclanese che faceva visita allo Sporting Accadia con in panchina il nuovo mister Salvio Casale. L’Accadia si giocava il cosiddetto Jolly, vincere oltre a rilanciare i pugliesi avrebbe mantenuto in vita la speranza per disputare almeno una gara, quella di finale, dei play off. Invece le aspettative anche di Serino e Paolisi, altre formazioni interessate, sono andate deluse. La vittoria dell’Eclanese è stata netta, anche se il vantaggio iniziale dell’Accadia faceva presagire ben altro. A mettere le cose a posto è stato Gigi Cinque, suoi i due gol che hanno avviato la rimonta, poi non c’è stata più partita. Campionato quindi che perde uno dei suoi punti di attrazione, quello della lotta per la griglia play off. La parte centrale della classifica ha vissuto una giornata senza sussulti, quasi scontata. Ha riposato il Grotta, ancora una sconfitta per il F.C. Avellino, non pungono Baiano e Ariano costrette sul pareggio da squadre motivate dalla necessità di fare punti salvezza, come il Siconolfi, rimontato due volte e la Felice Scandone che non sfrutta invece il fattore casalingo. Lotta salvezza che si infiamma, con uno straordinario San Martino, trascinato dal nuovo arrivato De Clemente e dal bomber Fruggiero, autore di un’altra tripletta, fa un balzo forse decisivo verso la zona più tranquilla. Si mette nei guai il Comprensorio Miscano che perde in casa con il Serino, per gli uomini di Marinaccio ora la classifica è diventata complicata. La nebbia invece blocca lo scontro diretto tra Bisaccese e Artemisium, se ne riparlerà tra dieci giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.