Promozione girone C: il punto dopo la settima di ritorno.

Se non è la svolta decisiva per la vetta del campionato poco ci manca. La Virtus Avellino anche se a fatica vince il derby di città con l’F.C. Avellino e aumenta il vantaggio sulla sua concorrente diretta l’Eclanese, che invece stecca in casa e non va oltre il pareggio contro la sua rivale storica, il Grotta di mister Bruno. La prima della classe soffre non poco contro i “cugini” allenati da Agostino Spica, un errore difensivo sfruttato al meglio dal bomber De Simone consente di portare a quattro le lunghezze di vantaggio sull’Eclanese, con l’ulteriore vantaggio di aver già osservato il turno di riposo. Si lecca invece le ferite per l’appunto l’Eclanese che dopo la prova di forza di sette giorni prima sul campo dell’Accadia era apparsa in salute e concreta. Ma gli scontri con il Grotta non sono mai banali, sempre partite combattute che alla fine sfuggono a qualsiasi pronostico. Ad incidere anche le condizioni del campo, il “Lando D’Elia” infatti per la pioggia battente era ridotto ad una risaia e questo non ha agevolato i padrini di casa. Reagisce bene l’Accadia di Salvio Casale dopo il passo falso con l’Eclanese e la vittoria con il Siconolfi mantiene in vita le speranze play off. Comunque il campionato non è finito e la matematica assegna al team di Alessio Martino ancora delle possibilità. Dietro cade il Serino, un brutto stop per gli uomini di Gargiulo al “Pignatelli” contro un San Martino che di questi tempi è difficilissimo affrontare. Il Serino non ha giocato come al solito e ha mancato qualche occasione di troppo. Il San Martino di mister Gaito alla terza vittoria consecutiva ora vede la salvezza piu’ vicina. Accorcia su tutti il Paolisi che con la vittoria con la Felice Scandone riprende la rincorsa ad un posto play off. Da sottolineare che ancora una volta Cagnale ha mandato in campo una squadra giovanissima con ben sei under dal primo minuto, e che in rete è andato Marino Russo, classe 2000. Le motivazioni ormai le fanno da padrone, le squadre di centro classifica sembra abbiano mollato, così si spiega il crollo del Baiano battuto nettamente dall’Artemisium che continua a risalire in classifica. Oltre al Siconolfi perde anche la Bisaccese contro l’Ariano e classifica che si complica sempre più per entrambe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.