Promozione girone C:il punto dopo la 13 esima di ritorno.

Dopo la vittoria del campionato da parte della Virtus Avellino, l’interesse si sposta su play off e play out. I primi della classe ormai in vacanza si fanno superare in casa dal Grotta, seconda sconfitta stagionale per loro. Per la griglia degli spareggi promozione invece, tutto dipende dall’Eclanese. La squadra di Martino soffre tantissimo, come spesso sta accadendo in questo finale di campionato, ma alla fine riesce a superare i pugliesi dell’Artemisium e mantiene dieci punti di vantaggio sulla terza lo Sporting Accadia, ad oggi i play off non si disputerebbero. Ma il condizionale è d’obbligo perché nelle ultime due partite tutto può accadere, ma se l’Eclanese le vince entrambe il discorso è da ritenersi chiuso. Ma ecco che occorre dare un’occhiata al calendario che dobbiamo dire si è divertito un po’, riservando proprio all’ultima giornata, la partita che può decidere tutto, quella tra Paolisi ed Eclanese. Sarebbe anche l’unica speranza per il Paolisi di rientrare nella griglia play off. Ma non è finita, catena, perché in gioco c’è anche il Serino, attualmente al quinto posto con due punti di distacco dal Paolisi che però il prossimo turno deve riposare. Per cui se il Serino vince le due gare conquista sei punti, sorpasserebbe i caudini e giocherebbe così l’unica prima gara play off con l’Accadia. Si perché il Paolisi pur vincendo all’ultima con l’Eclanese, sarebbe ad oltre nove punti dagli avversari e per regolamento il play off non si disputa. Ragionamento complicato, ma la matematica questo ci regala. In coda invece, retrocessa la Bisaccese, per la definizione della griglia salvezza peseranno tantissimo le ultime due giornate. Sono cinque le squadre che si giocano le loro carte. Partiamo dal Giuseppe Siconolfi che sembrava spacciato e che invece con due vittorie, l’ultima pesante sul campo del San Martino rientra in gioco, ora gli uomini di Sicuranza alla ripresa avranno lo scontro salvezza con l’Artemisium. Si ferma la risalita della Felice Scandone battuta dall’Accadia, raggiunta al terz’ultimo posto dall’Artemisium. Si gioca male il primo jolly il San Martino, inaspettata la sconfitta con il Siconolfi ora non si può più sbagliare e alla prossima con il Baiano sempre in caso servono i tre punti. Si rianima anche il Comprensorio Miscano, tre punti pesanti in casa dell’F.C. Avellino, ed ora dopo la Virtus Avellino l’aspetta lo spareggio salvezza in casa della Felice Scandone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*