Questa sera alle ore 21.20 su Retesei speciale con il Sindaco Tangredi su accordo con Irpiniambiente.

A volte dalle crisi possono nascere grandi opportunità. Nei mesi scorsi, è stato chiuso lo Stir di Pianodardine, e così nei comuni serviti da Irpiniambiente è stata ridotta la raccolta dell’umido. In particolare a Cervinara, si è passati da due a tre volte la settimana. La crisi è terminata, lo Stir è stato riaperto ed ieri, il sindaco del centro caudino Filuccio Tangredi si è recato ad Avellino per tornare alla normalità. Parlando con i tecnici della società provinciale si è reso conto che se le cose dovessero rimanere come ora, ci sarebbe la possibilità di una riduzione dei costi, prima del comune e poi, a cascata per i cittadini. E, visto che la gente non ha subito disagi sta maturando l’idea di mantenere la raccolta dell’umido a due volte la settimana, cambiando, però, i giorni, ossia, il lunedì ed il giovedì. Sta meditando ad una riduzione anche per la raccolta dell’indifferenziato che, al momento, si raccoglie due volte la settimana. Se si dovesse ridurre ad un solo giorno, si potrebbe arrivare anche ad una riduzione del venti per cento sulla tariffa. Mercoledì 12 luglio, Tangredi tornerà ad Avellino per definire la questione. Mentre lunedì 17 luglio dovrebbe partire questa prima fase di sperimentazione. Contemporaneamente, sul territorio verrà potenziata anche la campagna di sensibilizzazione. Insomma, dalla crisi dello Stir, per i cittadini di Cervinara, si potrebbe aprire l’opportunità di risparmiare bei soldini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*