Raccolta funghi, due Corsi promossi dalla Comunità Montana del Fortore.

Si terranno lunedì 15 maggio ad Apice e lunedì 22 maggio a San Marco dei Cavoti i due Corsi di aggiornamento per i titolari dei tesserini già rilasciati e ai futuri richiedenti di tesserini abilitativi per la raccolta di funghi epigei commestibili. Entrambi i corsi sono promossi dalla Comunità Montana del Fortore ed organizzati a livello comprensoriale. La partecipazione ai Corsi di aggiornamento è, dunque, aperta a tutti i cittadini interessati che siano residenti nei dodici Comuni della Comunità Montana del Fortore.
Sia ad Apice che a San Marco dei Cavoti il Corso sarà tenuto dalla dottoressa Silvana Malva (micologa in servizio presso l’Asl di Benevento) e vedrà la partecipazione di Pietro Giallonardo (responsabile del servizio Forestazione della Comunità Montana). Saranno presenti, inoltre, i consiglieri delegati dei Comuni di Apice e San Marco dei Cavoti, rispettivamente, Adele Iacoviello e Pierfranco Borrillo, nonché il presidente della Comunità Montana del Fortore, Zaccaria Spina.
L’appuntamento ad Apice è alle ore 15.00 di lunedì 15 presso il Centro Sociale sito in Via della Libertà, mentre a San Marco dei Cavoti lunedì 22 alle ore 15.00 ci si ritroverà presso la Casa Comunale.
A fare gli onori di casa per conto della Comunità Montana saranno i Consiglieri delegati dei due Comuni, quindi ad Apice sarà Adele Iacoviello ed a San Marco dei Cavoti sarà Pierfranco Borrillo.
“Ospitiamo con piacere questi corsi che sono di estrema importanza ed utilità” dichiarano i consiglieri Adele Iacoviello e Pierfranco Borrillo. “È soltanto attraverso la conoscenza, e quindi tramite la formazione – proseguono Iacoviello e Borrillo –, che potranno diminuire sensibilmente i casi di intossicazione alimentare dovuti al consumo di funghi. Non dimentichiamo che una scarsa conoscenza mette a rischio la propria ed altrui vita. Invitiamo, perciò, caldamente a partecipare ai Corsi”.
La Comunità Montana del Fortore ha ritenuto opportuno promuovere i due Corsi di aggiornamento, anche a seguito degli ultimi eventi che si sono verificati nella nostra Provincia che hanno causato la morte di una consumatrice di funghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*