Rapina ufficio postale di Amorosi, eseguite tre ordinanze cautelari.

Sono accusati di rapina aggravata in concorso, porto illegale di arma comune da sparo e furto aggravato in concorso. Per questa ragione i carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita hanno tratto in arresto Salvatore e Vincenzo Ciccarelli, rispettivamente di 39 e 45 anni, entrambi di Giugliano. Per una donna, invece, ritenuta responsabile di favoreggiamento personale, è stata disposta la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Le ordinanze sono state emesse dal Giudice per le indagini del Tribunale di Benevento, su richiesta dei magistrati della Procura sannita. Il provvedimento è stato adottato all’esito di una articolata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento e condotta dal NORM della Compagnia Carabinieri di Cerreto Sannita da luglio a ottobre 2018, in relazione alla rapina a mano armata ai danni del direttore e di un dipendente dell’ufficio postale di Amorosi che fruttò un bottino di oltre 23mila euro e un’auto. Nella circostanza le indagini, anche di natura tecnica, coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento e condotte dai carabinieri, hanno consentito di identificare due dei tre soggetti che la mattina del tre luglio scorso, dietro la minaccia di una pistola, agirono nelle poste del centro sannita. Inoltre, sono stati acquisiti gravi elementi indiziari in relazione al favoreggiamento posto in essere della compagna di uno dei due la quale, nella stessa mattinata, aveva sporto una falsa denuncia di furto della propria auto che era stata in realtà utilizzata dal convivente per raggiungere il luogo del reato e, solo per un problema tecnico, abbandonata dai rapinatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.