Rapinatori messi in fuga recuperata refurtiva

rinvenimento autovettura utilizzata per rapinaNella tarda serata di ieri, in Dugenta, una studentessa 20enne, nel rincasare unitamente al fratellino, di 8 anni, si imbatteva in tre individui, già intenti a rovistare fra gli arredi: i malfattori, travisati, dall’accento straniero ed armati, uno di pistola a tamburo, gli altri di cacciavite di grosse dimensioni, intimavano ai malcapitati di seguirli al secondo piano, ove continuavano a frugare sino al rientro in casa del genitore dei ragazzi, un macellaio 47enne, il quale, dando immediatamente l’allarme, induceva i rei a desistere e a darsi alla fuga a bordo di un’autovettura marca bmw, tipo station-wagon, colore scuro. Nella circostanza, il soggetto armato, per garantire l’impunità del gruppo esplodeva un colpo di pistola in aria. Intervenuti, sul posto, i Militari della locale Stazione Carabinieri e personale del Nucleo Operativo e Radiomobile, si avviavano immediatamente le ricerche che, poco dopo, consentivano il rintraccio della vettura, ai confini con la provincia di Caserta, in territorio di Maddaloni. L’azione sinergica dei Carabinieri delle due Compagnie (Montesarchio e Maddaloni) permetteva di non perdere il veicolo che, evidentemente braccato, veniva poco dopo abbandonato dai suoi occupanti (4 in totale), messisi in fuga nelle campagne circostanti:  all’interno dell’abitacolo venivano rinvenuti (e sottoposti a sequestro) numerosi attrezzi atti allo scasso, passamontagna, guanti, nonché una ingente refurtiva in oro. Altresì, al termine dell’ispezione delle vie di fuga utilizzate dai malviventi, veniva recuperata e repertata la pistola, tipo revolver, risultata oggetto di furto lo scorso 23 novembre in Sant’Agata de’ Goti. Intanto, presso l’abitazione in Dugenta venivano effettuati i rilievi tecnici dal personale del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Benevento: il danno complessivo veniva quantificato in euro mille/500 in contanti e diversi monili in oro. Le indagini continuano alla ricerca dell’identità dei rei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*