Recupero evasione Imu e Ici: Roccabascerana si affida a Gamma Tributi.

Il recupero si dovrebbe aggirare intorno ai 250mila euro che, per un comune piccolo come Roccabascerana, non sono certo pochi. Non solo, bisogna tenere conto poi, che questa cifra dovrebbe diventare strutturale e questo dovrebbe permettere di far calare le imposte a tutti i cittadini. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Roberto Del Grosso, ha affidato alla società Gamma Tributi, con sede a Battipaglia, la fase di recupero dei tributi precontenziosa e coattiva. Questo vuol dire, come ci ha spiegato il vice sindaco Tommaso Adamo,che ha la specifica delega alle finanze che i tributi restano in carico al comune, mentre la Gamma si dovrà occupare dell’evasione dell’Imu e della Tari. Lo farà incrociando varie banche dati e risalente sino a cinque anni fa, come prevede la legge. Userà il software del comune, sia per motivi di privacy, sia perchè, nel caso il rapporto dovesse essere interrotto, non ci saranno problemi da parte dell’ente per entrare in possesso dei dati. Non si tratta certo di una caccia alle streghe, ma un modo per stanare i furbi e permettere alle persone oneste di pagare qualche euro in meno. Il lavoro per incrociare i dati, prenderà il via a settembre, mentre i primi risultati dovrebbero arrivare da gennaio del 2018. La lotta contro l’evasione è qualcosa di molto importante per gli enti locali, non si tratta di far diventare i comuni dei vessatori, ma fare in modo che tutti paghino il giusto, per pagare meno e migliorare i servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*