#rinnovaMenti chiede rilancio struttura ex Ospedale Cerreto Sannita.

Negli ultimi anni i territori dell’entroterra campano, ed in particolare la nostra Valle Telesina, sono stati travolti dalle politiche di risparmio della spesa sia nazionali che regionali.
In pochi anni abbiamo perso il P.O. Maria delle Grazie, l’Ufficio del Giudice di Pace e la riduzione del funzionamento dello Sportello dell’Agenzia delle Entrate presente nella nostra Cerreto.
Da ultimo si palesa imminente il trasferimento degli uffici dell’ASL che occupavano il primo piano dello stabile dell’ex Ospedale. Senza intenzione alcuna di scatenare polemiche tra comunità che abitano lo stesso territorio e che a nostro avviso sarebbero del tutto inutili, ci chiediamo, quale gruppo politico, per quanto tempo ancora i cittadini che vivono in queste zone della Valle Telesina dovranno pagare il prezzo amaro degli sperperi di denaro del passato con le conseguenti “razionalizzazioni delle risorse” e i tagli indiscriminati operati evidentemente senza conoscere le realtà territoriali.
Abbiamo appreso in queste ore, sia da una risposta del Sindaco ad un’interrogazione presentata dal consigliere comunale Francesco Trotta che da una nota stampa dell’ASL che è imminente un tavolo tra l’ASL e i sindaci del comprensorio per discutere di come rilanciare e potenziare la struttura dell’ex Ospedale di Cerreto Sannita. Sul punto interveniamo per sottolineare che il rilancio e il potenziamento della struttura costituisce un presidio a tutela del diritto alla salute per i cerretesi e per gli abitanti delle comunità limitrofe, diritto che, lo ricordiamo, è tutelato dall’art. 32 della Costituzione repubblicana, frutto di una conquista che non ha prezzo e su cui non devono essere operati sconti. Sulla questione il consigliere comunale e presidente di “#rinnovaMenti”, Avv. Francesco Trotta, dichiara: “Chiedo al Sindaco di Cerreto Sannita, ai Sindaci che parteciperanno a questo incontro e al Direttore dell’ASL, di individuare e realizzare tempestivamente concrete ipotesi di rilancio e potenziamento della struttura senza optare per soluzioni di minore importanza e pregio che non possono soddisfare i cittadini. Chiedo ancora che in questo incontro si tengano presenti tutti i disagi di quei cittadini che avendo bisogno di assistenza sono costretti a fare quasi un “viaggio” per arrivare in un Ospedale e per i quali il P.O. di Cerreto Sannita rappresentava senz’altro la soluzione più vicina e la risoluzione più immediata dei problemi sanitari. Chiedo al Sindaco di Cerreto Sannita di essere, perciò, intransigente portatore in questa riunione delle istanze dei cittadini e di riferire successivamente a tutto il Consiglio Comunale su quanto verrà deciso, attivando eventualmente la Commissione Consiliare competente per l’elaborazione di proposte concrete da presentare all’ASL per il potenziamento e l’utilizzo dell’ex-Ospedale. Il trasferimento degli uffici di Telese era notoriamente provvisorio, ma questo non può significare che non si debbano destinare risorse per utilizzare e riattivare al meglio e seriamente quella struttura. I nostri concittadini meritano, sul diritto alla salute, risposte immediate e soprattutto la certezza di non essere mortificati con un utilizzo “al ribasso” di una struttura che, lo ricordiamo, oltre ad essere ben collegata è stata anche recentemente ristrutturata con ulteriore dispendio economico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*