Ritrovati dalle guardie zoofile della Gadit, sette cuccioli abbandonati.

Questa mattina sette cuccioli abbandonati sono stati salvati dalle Guardie ambientali d’Italia e dalla polizia locale. E’ accaduto in località Sant’Eustachio ad Avellino. I cuccioli sono stati trovati dalle guardie zoofile della Gadit. «La Gadit – si legge in una nota stampa -, riapre la campagna contro l’abbandono dei nostri amici a quattro zampe. Lo scorso hanno l’attività dell’associazione ha consentito di mettere in salve tantissimi animali. I dati dell’estate 2015 sono più che esplicativi: 50mila cani e 80mila gatti abbandonati nel periodo estivo in Italia , specialmente in estate dove si registra il picco massimo di abbandono di animali domestici, la maggior parte cani e gatti, una piaga che costringe a una morte quasi certa, l’80% degli amici a quattro zampe. Per cercare di fermare il reato di abbandono, si deve puntare su di una campagna di prevenzione illustrando le varie strade per evitare l’abbandono: sterilizzazione dell’animale per evitare procreazioni fuori controllo; adozioni coscienziose di cuccioli (non sono giocattoli); affidarsi a strutture con pensioni per animali. Ricordando che l’estate non porta solo l’abbandono degli animali ma anche l’afa, il caldo e miscelate a condotte scellerate portano a incendi che nella maggior parte sono attribuibili alla natura dolosa ,un altro fenomeno da contrastare per salvare il nostro verde, bene di tutti, si ribadisce che l’abbandono di un animale e una scelta priva di moralità oltre che un reato perserguibile penalmente . Purtroppo chi decide di prendere un animale, una volta rivelatasi un impegno troppo grande, sceglie la strada più facile ”l ‘abbandono”. Anche in questa stagione appena iniziata si stima che già il 15% di cani o gatti vengono lasciati in mezzo a strade di periferia o di campagna. Ancora peggio, la sorte degli amici a quattro zampe che vengono abbandonati subito dopo l’inizio della stagione venatoria, perché secondo il padrone, il cane non è abile a cacciare. Circa l’80% di cani e gatti abbandonati rischia di morire di fame, maltrattamenti e incidenti. Non di rado molti animali vagano in mezzo alle strade mettendo a rischio l’incolumità loro e dello stesso automobilista. Sottolineando che questi gesti sono perseguibili penalmente. Ribadisce il Presidente della Gadit Avellino , che ha istituito vari servizi di vigilanza dinamica, con i suoi volontari , su autovetture della stessa associazione equipaggiate tecnicamente sia per contrastare un inizio di incendio , e sia per il soccorso ad animali feriti in stato di necessità. La Gadit ha in atto un progetto per un veicolo di soccorso (ambulanza veterinaria)per essere piu operativi nel soccorso veterinario,evidenziando la preparazione dei propri volontari».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*