Roberto (UDC): totale degrado della politica arianese.

“L’involuzione della politica arianese passa attraverso l’ennesima messinscena che vede come protagonisti il Sindaco Gambacorta ed il Consigliere Santosuosso. Come nelle tradizionali favole anche in questo caso c’è il buono che combatte il cattivo ma in questo caso l’epilogo è atipico: il buono finge di lottare e alla fine passa dalla parte del cattivo. Rispetto a tutto questo, innanzitutto come cittadina di Ariano Irpino e poi in qualità di rappresentante di una forza politica, l’Unione di Centro, sento il dovere di intervenire”. Inizia così il dirigente provinciale dell’Udc, Carmela Roberto, che passa ad analizzare l’attuale scenario politico del Tricolle. “E’ fondamentale – continua Carmela Roberto – e assolutamente necessario far passare il messaggio che non esiste solo questo tipo di politica, fatta di giochetti sottobanco e di carrierismo. E’ fondamentale e assolutamente necessario mettere in chiaro che bisogna fare attenzione a non credere a chiunque si professi come il nuovo, soprattutto se poi a distanza di due anni questo nuovo ce lo si ritrova a braccetto con il vecchio… Gli elettori di Ariano Irpino sanno bene quanto il candidato sindaco Santosuosso abbia, a capo della sua lista civica, professato la necessità di cambiamento, la voglia di rinnovamento, l’esigenza di affermare nuovi schemi della politica arianese. I cittadini di Ariano Irpino sanno quanto abbia fatto della battaglia all’attuale sindaco, suo avversario in campagna elettorale, il suo cavallo di battaglia. I cittadini di Ariano Irpino sanno bene come abbia coinvolto decine di giovani promettendo loro un impegno leale e disinteressato in favore della città». «Alla fine – continua Roberto – come Unione di Centro siamo state Cassandre inascoltate perché già in occasione del turno di ballottaggio, avevamo previsto quello che poi si è concretizzato con un comunicato in cui si dice con una leggerezza che sconfina nell’incoscienza che il Sindaco conferisce al consigliere Santosuosso la delega per il “coordinamento e vigilanza in materia di urbanistica, programmazione e per l’adeguamento del Piano Urbanistico Comunale al Piano territoriale di coordinamento provinciale, ricostruzione ex legge 219 del 1981 e successive modifiche”,ufficializzando di fatto il suo ingresso in maggioranza».
«Ora è giunto il momento di dire basta – aggiunge la dirigente provinciale dello scudocrociato – Non possiamo credere che tutto ciò che accade politicamente sia la normalità. Questa intesa tra Santosuosso e Gambacorta è figlia del passato recente, di quando cioè si decideva a chi doveva andare la guida di Ariano Irpino. Esiste un momento, nella vita come nella politica, in cui bisognerebbe togliersi la maschera, conservare la propria dignità e ammettere di aver fatto tutto per una poltrona, barattando anche valori, ideali, impegni assunti con i cittadini». «Il nostro obiettivo – così conclude Carmela Roberto – resterà comunque quello di portare avanti un progetto di rinnovamento, ma di rinnovamento vero che non va inteso solo in senso anagrafico, ma soprattutto in termini etici e morali. Confidiamo per questo nella collaborazione di tutti i cittadini. Solo loro possono essere il motore di questo rinnovamento, un rinnovamento nel quale noi comunque crediamo ancora».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*