Roccabascerana. Una storia di infanzia negata.

Pesava appena sei chili quando è intervenuto il giudice del tribunale dei minori di Napoli che ha disposto l’allontanamento , immediato, del bimbo, di altri quattro fratelli e di una sorella che, nel frattempo è diventata mamma, da un nucleo familiare di Roccabascerana. Il bambino che ha una gravissima disfunzione era costretto a chiedere l’elemosina davanti ai supermercati di Benevento. Una storia terribile che, grazie a Dio, sembra si stia risolvendo. Anche gli altri bambini, sempre, secondo il tribunale dei minori di Napoli vivevano in ambiente di degrado, per nulla adatto all’infanzia. Il piccolo, ora è ricoverato in una struttura adeguata alla sua disfunzione e migliora giorno dopo giorno. Ora pesa sedici chili, mentre quattro dei suoi fratellini si trovano in una casa famiglia dove sono accuditi con amore. La sorella più grande ed il suo bimbo di pochi mesi che, invece, a settembre compirà 18 anni, è stata presa in carica dalla famiglia del papà del bimbo e sino ad ora è stata accolta in una struttura per ragazze madri. Una storia di infanzia violata che ha scosso e non poco l’intera società del piccolo centro caudino. Il sindaco Roberto Del Grosso la sta seguendo molto da vicino anche perché la cura dei ragazzi ora è in carico, direttamente, al comune dl punto di vista economico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.