Rotondi. Antonio Russo vuole giocarsi la rivincita.

La sveglia è suonata. Si vota il cinque di giugno e questo significa che per sabato sette di maggio, alle ore 12,00, le liste elettorali dovranno essere consegnate. Questa mattina, ad esempio, Rotondi sembrava essersi svegliata dal naturale torpore del fine settimana. I cellulari hanno iniziato a suonare presto per fissare incontri ed appuntamenti. Per il piccolo centro caudino, non si tratta solo di un momento tanto atteso, ma si innestano molte situazioni. Questo perchè, i cittadini di Rotondi sono stati chiamati al voto in anticipo. Al momento, il comune è retto da un commissario prefettizio, in quanto lo scorso febbraio, quattro consiglieri, due di maggioranza e due di minoranza, si sono dimessi contestualmente, provocando lo scioglimento del consiglio. Ed ora, il sindaco defenestrato, Antonio Russo, vuole giocarsi la rivincita. Intende chiedere ai cittadini, di nuovo la fiducia per continuare il percorso interrotto, bruscamente. Nel suo schieramento è leader indiscusso, non ci sono altri pretendenti alla candidatura per la fascia tricolore. Ora lui e gli ex consiglieri che gli sono rimasti fedeli, ossia, Claudio Vittorio, Pino Gallo e Tonino Campanile stanno lavorando per la compilazione della lista. Il medico sta cercando solo di stare attento alla scelta di uomini e donne. Non vuole solo vincere, intende amministrare, cosa che secondo lui gli è stata impedita dalla fronda, rappresentata da Bartolomeo Esposito e Nello Ilario, ossia, i due ex assessori che si sono dimessi da consiglieri comunali, provocando lo scioglimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*