Rotondi. Campo di calcio “L. Gallo” inagibile e senza licenze d’uso.

Terramia è intervenuta segnalando prima al Comune (silente come al solito) e poi a prefettura e ASL le pessime condizioni del campo di calcio comunale, addirittura adibito a pascolo estivo. Ne abbiamo informato i media locali il 7 settembre. L’obiettivo era ed è duplice: tutelare gli sportivi (soprattutto minori) nell’immediato, avendo chiarezza sulle condizioni di sicurezza e igiene degli impianti che l’Amministrazione propone in uso. D’altra parte, in prospettiva Terramia intendeva – e intende – indurre il governo locale ad occuparsi finalmente dei lavori per giungere ad “un campo sportivo in erba artificiale”. Tentiamo cioè di limitare i danni futuri, mentre sono oramai acquisiti da giovani e giovanissimi quelli di lunghi anni senza strutture sportive. Da anni infatti la maggioranza dispone (e vanta) di un progetto inserito finanche nell’elenco triennale delle Opere Pubbliche (piano di aprile 2018 e pubblicato in settembre) e addirittura “bollinato” dal CONI, “da finanziarsi con fondi regionali”. Da anni però generazioni di sportivi non hanno impianti sportivi a Rotondi. Per inciso, ricordiamo che inspiegabilmente l’Amministrazione non ha più dato in gestione i campetti polivalenti che, per la parte non interessata dai lavori in corso (in forte ritardo), sono letteralmente andati in rovina. Tornando al tema, il carnet fotografico che inviammo alle Autorità citate ha indotto la Questura a ispezionare il sito e la Prefettura a sollecitare l’Ente Comune (al solito silente) a dare chiarimenti (prot. 5983) che ci sono poi stati girati (si noti) dalla stessa Prefettura. Dunque “allo stato l’impianto non è dotato di agibilità né di licenze d’uso”.
Questo ben descrive la sensibilità della maggioranza per lo sport, gli sportivi e molto altro. Resta ora da conoscere “l’esito delle valutazioni e accertamenti necessari al fine dell’utilizzo della struttura (?) ed in conseguenza l’eventuale documentazione tecnico amministrativa e autorizzativa saranno inviate a codesto commissariato per quanto di competenza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.