Rotondi. Mette il sacchetto di rifiuti davanti alla casa del vicino, scoppia una lite.

La differenziata come arma di vendetta. Il sacchetto di immondizia come mezzo per lavare l’ onta di chi sa quale grave macchia. Succede a Rotondi, dove nella serata di ieri, gli agenti del commissariato di polizia di stato di Cervinara sono dovuti intervenire per sedare una lite tra vicini. Un litigio sfociato, dopo chi sa quanti e quali dispetti. Vicini di casa, non solo, ma anche mezzi parenti, una miscela che in alcuni casi può diventare veramente esplosiva. Le statistiche, infatti, dicono chiaramente che la maggior parte delle cause civili nel nostro paese sono intasate da liti tra vicini, da dispetti tra condomini. L’Italia è il paese del diritto ma anche della lite da cortile, c’è poco da fare, la tolleranza rispetto ai comportamenti delle persone che ci vivono intorno, praticamente, pari allo zero. Ma quella che è avvenuta a Rotondi, ci sembra molto divertente perchè, in pratica, uno dei due contendenti, notte tempo, si preoccupava di spostare i sacchetti della sua immondizia davanti all’abitazione del rivale. A quanto pare,anche il rivale faceva lo stesso e dire chi ha potuto iniziare è davvero arduo. Fatto sta che spostando, spostando i sacchetti, uno dei due è stato pizzicato e stava per sfociare una bella scazzottata se non fossero intervenuti gli agenti del commissariato per sedare questi animi accesi. Per il momento, la disfida della differenziata si è placata, anche perchè i due rischiavano anche una bella denuncia. E ci auguriamo che questo modus operandi non venga preso d’esempio in altre situazioni del genere. Sono tante le persone che hanno conti in sospeso con i loro vicini e molti sacchetti di notte, potrebbero cambiare domicilio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*