Rotondi. Progetto Videosorveglianza territorio.

Anche a Rotondi è in dirittura di arrivo la presentazione di un articolato progetto di video sorveglianza che tiene conto della diversa morfologia del paese. E’ necessario, intatti, tenere presente che il territorio comunale si snoda da una zona collinare, quasi pedemontana, sin ad arrivare ad occupare un pezzo importante della strada statale Appia, con località Campizze. Entro la prossima settimana, la giunta, guidata dal sindaco Antonio Russo, presenterà al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, il progetto, elaborato dall’ufficio tecnico comunale. La presentazione al comitato non è obbligatoria ma, se dovesse ottenere il via libera da parte dell’organismo, il progetto otterrebbe un maggiore punteggio per accedere ai fondi del ministero degli interni. L’elaborato dovrà essere caricato sulla piattaforma ministeriale entro massimo il 30 di giugno. Ma, dopo aver ottenuto il via libera dal comitato, la giunta Russo provvederà subito a caricare il progetto , sperando in una sollecita risposta per il finanziamento. Le video camere dovranno servire per aumentare il senso di sicurezza da parte dei cittadini. Anche Rotondi deve, infatti, fare i conti con furti nelle abitazioni , truffe agli anziani ed episodi di violenza non di poco conto. Proprio l’Appia è la strada preferita da malintenzionati provenienti dalle vicine province di Napoli e Caserta. Poter contare su telecamere di ultima generazione che riescono a sapere in tempo reale se il veicolo è rubato o non in regola con il codice della strada, può rappresentare un aiuto fondamentale a tutte le forze dell’ordine nelle prevenzione dei reati. Infine, un territorio mappato dalle telecamere rappresenta già di per sé un deterrente di grande importanza nei confronti di chi ha intenzione di compiere azioni criminose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*