S.Martino V.C. Istanza annullamento bando e capitolato spazzamento

I sottoscritti consiglieri comunali di opposizione dott. Francesco Sorrentino, avv. Costantino Ricci, (gruppo consiliare Partito Democratico – Per Il Domani) in relazione al Capitolato per lo spazzamento stradale di cui alla determina n. 177 del 24/05/2017 del Comune di San Martino Valle Caudina (AV), segnalano che detto Capitolato appare illegittimo, in quanto il valore posto a base d’asta dell’appalto, in base alle valutazioni di seguito riportate, risulta incongruo, tanto che il soggetto eventualmente aggiudicatario non sarebbe in grado di realizzare neppure la copertura integrale del costo del lavoro diretto, né dei costi indiretti e dei costi generali di struttura, in palese violazione di quanto disposto dalla norma. Il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 all’art. 86 recita: “3-bis.  Nella predisposizione delle gare di appalto e nella valutazione dell’anomalia delle offerte nelle procedure di affidamento di appalti di lavori pubblici, di servizi e di forniture, gli enti aggiudicatori sono tenuti a valutare che il valore economico sia adeguato e sufficiente rispetto al costo del lavoro e al costo relativo alla sicurezza, il quale deve essere specificamente indicato e risultare congruo rispetto all’entità e alle caratteristiche dei lavori, dei servizi o delle forniture” (…) Dal Capitolato si legge infatti che l’impresa deve svolgere il servizio per 60 ore settimanali con tre unità lavorative, su 7 giorni a settimana compresa la domenica e i festivi (art. 11 Capitolato Speciale). L’importo annuo a base d’asta è di € 33.000 (art. 4 Capitolato Speciale). Per quanto previsto dal bando l’impresa deve utilizzare tre lavoratori dipendenti assunti part time per 20 ore a testa. Al fine di verificare la congruità del valore posto a base di gara si è proceduto nella maniera seguente. Applicando il contratto collettivo “Pulizia”, la retribuzione del lavoratore dipendente di livello 1 (ovvero quello più basso) con qualifica di “Operai Manovali”, è pari a € 1.117,49 su base mensile, ovvero € 6,46 su base oraria. Se si moltiplica la retribuzione oraria per 60 ore settimanali, per 52 settimane si ottiene il costo complessivo annuo del lavoro di € 20.153,58.
Si considerano poi, nella determinazione del costo del lavoro: i giorni di ferie spettanti: 13 gg per ogni lavoratore (13 gg x 42,98 retribuzione giornaliera = € 558,75 ferie retribuite per ogni lavoratore) per un totale di € 1.676,24 quale corrispettivo per le ferie spettanti ai lavoratori;
la tredicesima e quattordicesima mensilità come previste dal contratto collettivo. In tutto sei mensilità di € 558,75 cadauna. Si aggiungono gli oneri previdenziali ed assistenziali a carico dell’impresa: Inps aliquota (39,87 – 9,19)% x 25.187,48 = 6.184,70;
Inail aliquota 12% x 25.187,48 = 2.419,05.
Infine si deve aggiungere il trattamento di fine rapporto maturato annualmente dividendo la retribuzione complessiva annua di ciascun lavoratore per 13,5.
Appare evidente che sommando tutti gli oneri connessi all’impiego dei lavoratori si ottiene un importo di 35.529,56 euro che supera di oltre 2.500 euro l’importo posto a base d’asta, senza considerare il costo per la sicurezza dei lavoratori, il costo delle attrezzature e degli automezzi richiesti nel bando nonché la remunerazione dei costi generali dell’impresa.
Essendo pertanto il valore posto a base di gara non congruo perché insufficiente alla coperture dei costi per la gestione del servizio, rappresentando lo stesso una costrizione indotta all’impresa aggiudicatrice a non poter rispettare a pieno gli obblighi in materia di lavoro, retribuzioni, contribuzioni e sicurezza , essendo quindi non rispettato il dettato normativo di cui al D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 all’art. 86, determinandosi così l’illegittimità del bando e del capitolato, i sottoscritti CHIEDONO l’annullamento del bando e del capitolato di cui alla determina n. 177 del 24/05/2017 del Comune di San Martino Valle Caudina (AV).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*