Sabato 18 Marzo Assemblea dei pendolari della Benevento-Napoli.

Il “Comitato disagiati dei viaggiatori della linea ferroviaria Benevento- Napoli via Valle Caudina”, va di nuovo al contrattacco nei confronti dei vertici Eav, e alza di nuovo il tiro su tutti i problemi ancora irrisolti che rendono la vita di viaggiatori e pendolari particolarmente difficile. L’entrata in funzione del nuovo treno Alfa 2, che peraltro a quanto trapela presenta già una serie di problemi, dall’eccessivo rumore che i viaggiatori devono sopportare durante il viaggio, alla questione bagno che una volta riempito deve essere chiuso per mancanza di attrezzaggio per lo svuotamento, non ha risolto in sostanza praticamente niente, come sostiene il Comitato ma è stata solo una operazione mediatica per distogliere l’attenzione da una serie di problemi che nonostante denunce e richieste restano irrisolti. Dopo l’incontro di circa un mese fa con il Presidente della “Città Caudina” Michele Napoletano che è anche sindaco di Airola, il quale aveva fatto proprie le iniziative messe in campo dal Comitato, ora è il momento del coinvolgimento di tutti i sindaci dei comuni, attraversati dalla linea ferroviaria. Con una lettera i primi cittadini di Napoli, San Felice a Cancello, Santa Maria Vico, Arpaia, Airola, Sant’Agata dei Goti, Rotondi, Paolisi, Cervinara, San Martino Valle Caudina, Pannarano, Montesarchio, Apollosa, Arpaise, Ceppaloni e Benevento sono stati invitati ad intervenire alla assemblea che il Comitato disagiati valle caudina in concerto con la Federconsumatori di Napoli ha organizzato per sabato prossimo 18 marzo alle ore 10.00 presso la sala consiliare del comune di Airola. Si vogliono affrontare una serie di punti, il costante,  continuo disagio e disservizio vissuto dai passeggeri e pendolari della tratta Benevento – Napoli, inerente la   sicurezza, i ritardi giornalieri, le soste per stazioni impresenziate, e da ultimo l’abbandono totale dell’azienda, esempio lampante quanto accaduto al treno delle 17.20 verso Benevento lo scorso 27 febbraio, abbandonato per ore per un guasto a poche centinaia di metri dalla stazione di Napoli, del 27/02/2017), del persistere dei bus sostitutivi affidati alla ditta Angelino, con totale disorganizzazione, nonostante la presenza di 3 treni    alfa 2 pronti alla stazione Appia di Benevento, dell’’inadeguatezza organizzativa e della totale indifferenza dell’azienda EAV in merito alla risoluzione dei problemi rappresentati. Nel mirino anche il nuovo orario dei treni per il quale si è chiesto anche da parte delle organizzazioni sindacali dei lavoratori della ferrovia di tornare al vecchio orario, più funzionale alle esigenze dei viaggiatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.