Sacripanti: “Settimana difficile ma, l’impegno è stato massimo”

I lupi giocheranno la ventesima giornata di campionato in anticipo rispetto al calendario. La Sidigas infatti, scenderà sul parquet del PalaTrento sabato sera. Palla alta alle ore 20.30.
Coach Pino Sacripanti presenta cosi il prossimo match: “E’ stata una settimana difficile, non abbiamo avuto Ragland e ci sono stati diversi infortuni: Cervi e Nunnally su tutti. Il primo ha subito un lieve taglio sotto lo zigomo, James ha avuto un piccolo problema alla spalla. Speriamo di recuperarli e speriamo anche che Ragland torni in tempo per la partita di sabato. Arriverà all’ultimo momento. Sono un po’ infastidito, ma solo perché venivamo fuori da diverse settimane in cui eravamo sempre al completo. Sono cose che succedono e non possiamo farci niente. L’impegno è sempre stato al massimo. Abbiamo lavorato più sui punti di forza che su altro.
Con Trento sarà una gara contro una squadra che ha una qualità di gioco molto alto. E’ un campo di alta difficoltà. Giocano molto in contropiede, hanno dei lunghi che sanno svolgere il loro compito, ed esterni tra i più “fisicati” che esistono, lasciatemi passare il termine. Il mio futuro? Al momento – afferma Sacripanti – sto pensando solo a Trento e alla partita di Coppa Italia. Ci sono tutte le basi per fare qualcosa di importante. Non voglio essere ruffiano, ma sono convinto che questa proprietà vuole tenere Avellino nei piani alti della classifica. Una volta su cento nasce uno squadrone dal caso, in tutte le altre situazioni, i buoni risultati sono frutto di programmazione. Io sono sul pezzo, penso a Trento e poi alla Coppa Italia. Sento di dover ringraziare il mio staff. C’è un grande lavoro da parte dello staff medico, a partire dai fisioterapisti per finire al nostro chiropratico, per arrivare pronti alla partita contro Reggio Emilia e, speriamo, alle partite successive”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.