Sacripanti: a Torino sarà dura.

Avellino sabato sera contro Varese ha confermato le ambizioni di terzo posto. Il roster biancoverde in attesa dello scontro diretto casalingo del 10 Aprile ha raggiunto almeno momentaneamente la Vanoli Cremona che tuttavia puo’ contare sul vantaggio ottenuto nella gara d’andata dello scorso 20 dicembre. E’ chiaro, ha detto coach Sacripanti che il match di Torino rappresenti un confronto complicato perché il team di Vitucci si giocherà tutto in ottica salvezza. Sono un buon team: se non avessero avuto i problemi con Dysoon e Miller credo che qualche punto in piu’ lo avrebbero avuto”. La Scandone è consapevole della difficoltà contro un’avversaria che ha riparto il discorso salvezza grazie al successo a Pistoia. I lupi dopo aver festeggiato la Pasqua con le famiglie si sono ritrovati al Paladelmauro per svolgere una seduta leggera con pesi e tiro. Da domani invece si comincerà a studiare il prossimo avversario. Coach Sacripanti è convinto che a Torino sarà dura e sarà piu’ difficile di tante altre partite. Rispetto alle recenti settimane, coach sacripanti potrà contare sulla presenza di tutti gli effettivi alla luce degli impieghi nel match coi lombardi degli stessi Pini ed Acker. Il prossimo turno, il 26 esimo vede queste sfide: Grissin Bon Reggio Emilia – Enel Brindisi; Betaland Capo d’Orlando-Ea7 Emporio Armani Milano; Openjobmetis Varese-Giorgio Tesi Group Pistoia; Manital Torino – Sidigas Avellino; Umana Reyer Venezia – Consultinvest Pesaro; Banco di Sardegna Sassari – Pasta Reggia Caserta; Obiettivo Lavoro Bologna – Dolomiti Energia Trentino; Vanoli Cremona – Acqua Vitasnella Cantu’. La classifica per le prime posizioni vede sempre in testa Milano con 40 punti quindi Reggio Emilia 36, Cremona e Avellino 34.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*