San Martino Valle Caudina. Ritrovati decespugliatori rubati nel deposito della Comunità Montana del Partenio.

Il furto sarebbe stato scoperto e denunciato solo questa mattina. Chi ha agito, infatti, ha tenuto conto che il sabato e la domenica gli operai della comunità montana Partenio/Vallo Lauro non lavorano. Così, ladri che devono essere ancora identificati, dal deposito dell’ente montano di San Martino Valle Caudina, che si trova in via generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. nella notte tra sabato e domenica, hanno portato via tre decespugliatori e diverse taniche di benzina. Sembrava che il colpo fosse andato nel migliore dei modi possibile. Bisogna, infatti, tenere conto che sul mercato nero, c’è una grande richiesta di decespugliatori, visto che, in questo periodo, sono in corso le pulizie dei vari giardini Gli attrezzi sarebbero stati piazzati in pochissimo tempo. Ma, i malfattori avevano fatto i conti senza la grande attenzione che i carabinieri della stazione di San Martino Valle Caudina, al comando del maresciallo Franco Rianna. hanno per il controllo del territorio. Prima ancora che il furto venisse denunciato,nel pomeriggio di ieri, i carabinieri hanno rinvenuto decespugliatori e taniche di benzina, in un casolare in campagna. Nonostante il furto non fosse stato ancora scoperto, gli uomini del maresciallo Rianna sono venuti a sapere che c’era in ballo qualcosa. Sapevano che, molto probabilmente, era stato compiuto un furto e sapevano pure dove cercare la refurtiva. Ed, infatti, nel corso di una battuta di ricerca, effettuata nel pomeriggio di domenica, in un casolare in campagna hanno rinvenuto la merce. Questa mattina l’ hanno anche riconsegnata, con loro sommo stupore, agli operai della comunità montana che hanno potuto continuare i lavori a cui sono intenti. Sono stati propri i dipendenti dell’ente ad informarci su questa curiosa storia. Ora, però, i carabinieri sono sulle tracce dei ladri e, a quanto pare, hanno raccolto elementi abbastanza pregnanti per identificarli al più presto. A breve, quindi, ci dovrebbero essere degli importanti risvolti su questo furto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.