San Martino e Rotondi la differenziata fa registrare ottime perfomance.

San Martino ha superato il 50 per cento, mentre Rotondi veleggia verso il 70 per centro. La cura di Irpiniambiente funziona anche per i due centri caudini serviti dalla società provinciale, guidata dall’avvocato Nicola Boccalone, San Martino e Rotondi, sino al mese di febbraio, erano agli ultimi posti della classifica della raccolta differenziata in Campania, Poi, le due amministrazioni comunali, guidata dai sindaci Pasquale Pisano e Antonio Russo, hanno stretto un accordo con la società di proprietà della provincia di Avellino, si è partiti con la differenziata spinta, attuata con un’ottima campagna di sensibilizzazione tra i cittadini, ed i risultati stanno arrivando. Rotondi è partita quasi un mese prima di San Martino ed, infatti, il dato, riferito al mese di aprile, sancisce una perfomance straordinaria. Ora, l’apertura del punto logistico, proprio a San Martino Valle Caudina, dovrebbe aiutare ad alzare ancora di più l’asticella. Leggendo i risultati, non si può non pensare alla circostanza che, a volte, le polemiche preventive sono, perfettamente, inutili. Si batte sempre sul fatto che Irpiniambiente ha dei costi più alti rispetto ad altre società del genere, Sarà anche vero, ma l’altissima professionalità del servizio dimostra che, probabilmente, il costo è giusto, Senza contare, un altro fattore molto importante, Irpiniambiente è una società pubblica e la sua gestione dovrebbe impedire alla longa manu della criminalità organizzata di allungare i suoi tentacoli su questo settore a rischio, Quel che avviene in altre zone della nostra regione, dovrebbe rappresentare un valido esempio di ciò che potrebbe avvenire e si deve scongiurare a tutti i costi. Per quanto riguarda i costi, effettuando una buona raccolta differenziata, evitando quanto più possibile l’utilizzo del sacco nero, per intenderci, vengono abbattuti sensibilmente. Ora i comuni, sia di San Martino che di Rotondi dovranno mettere in piedi una lotta per stanare gli evasori. Anche pagando tutti il giusto, si abbattono i costi. Ma, per il momento, le due comunità devono essere fiere dei risultati conseguiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.