San Martino V.C..Domani l’impegno in Coppa Italia con il Ponte.

E’ arrivato il momento anche per il San Martino. La squadra caudina si accinge a scender in campo per la sua prima partita ufficiale, affrontando per la coppa Italia il Ponte. Ed è inutile nasconderlo, nella cittadina caudina si respira un’aria diversa, c’è entusiasmo intorno alla squadra, un moderato ottimismo che quest’anno sarà l’anno buono sul fronte soddisfazioni. La preparazione dei biancorossi è partita solo lo scorso 21 agosto ma già i risultati raggiunti in così poco tempo sono evidenti. Il test amichevole di domenica scorsa sul campo del San Pietro a Patierno, squadra napoletana di Promozione, per la cronaca vinto per 2 a 0 con una doppietta di De Clemente, è stato superato a pieni voti dalla compagine caudina. Il lavoro del mister Pini è stato già proficuo, meccanismi tattici ben assimilati, anche se a sorprendere sono state le potenzialità tecniche dei giocatori messi in campo da Luca Pini. La dimostrazione che il giudizio di alcuni, che il San Martino potrebbe essere la mina vagante del campionato non è affatto peregrina. Ovviamente il campionato è tutto un’altra cosa, ma le premesse per sognare ci sono tutte. Ecco quindi che la gara di coppa con il Ponte si carica di tanti significati oltre che di aspettative. Il tecnico Pini punterà sullo schema tipo che ha utilizzato nelle gare di avvicinamento alla nuova stagione, il modulo 4-3-3 che meglio mette in evidenza le caratteristiche dei calciatori caudini. In porta il giovane Antonio Viscione, l’altro under Adamo a destra e Napolitano a sinistra, i due centrali Cocozza e Davide Pini. A centrocampo De Clemente davanti alla difesa, con a fianco Severino e Marseglia. In attacco Fruggiero centravanti con ai lati De Matteo e Petrozzi. Per il Ponte invece mister Candrina è alla ricerca di conferme dopo la buona prova fornita domenica contro la Sessana. Vanno eliminate le amnesie, una delle caratteristiche negative dell’anno scorso, e resa più concreta la fase offensiva, cercando di sfruttare in tutti i modi le grandi qualità di Alessio Fusco. Insomma nell’ambiente pontese c’è un moderato ottimismo per una stagione meno sofferta rispetto all’anno scorso. Il ritorno nel girone C con le squadre irpine dovrebbe favorire il Ponte, gioco meno fisico, condizione che i sanniti hanno sofferto non poco. La gara con il San Martino è in questo senso un assaggio di campionato. Coppa: c’è il primo derby di stagione tra forza e coraggio e paolisi. Entrambe le squadre alla ricerca di certezze in vista del campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*