San Martino V.C.; don Salvatore Picca contro la vittoria di Mahmood a Sanremo

E’ in Australia, a casa tornerà il dieci di marzo, ma, di certo, non manca di seguire le cose italiane. Non solo le segue ma non si esime dall’esprimere il suo pensiero che, spesso, provoca divisioni Così’, dopo aver polemizzato con Famigli Cristiana, rea di aver attaccato Matteo Salvini, guadagnando la ribalta nazionale, don Salvatore Picca, parroco di San Martino Valle Caudina, dice la sua, anche sul vincitore del festival di Sanremo. E, da prete social, affida il suo pensiero a Facebook. Nel suo profilo si legge: “Sarò un sovranista…un fascista…un nazionalista…uno squadrista e tutti gli ista del mondo ma la canzone di Mahmood davvero non si può sentire… è semplicemente vergognosa…ma si è realmente fascisti e razzisti dicendo che non può vincere il festival della canzone italiana una schifezza del genere e che non si può dire a tutto il mondo che la canzone italiana è ridotta a quello schifo???? WWWWW IL VOLO… purtroppo hanno avuto una sola pecca non erano musulmani non erano immigrati non erano pieni di tatuaggi non erano drogati erano solo troppo italiani e con una canzone troppo italiana per vincere il festival della canzone italiana”. Un post che fa fatto il pieno di like, con numerosi commenti positivi. Sono pochissimi quelli che hanno cercato di ribattere al don, difendendo la vittoria di Mahmood. La maggior parte dei contatti facebook di don Salvatore la pensa esattamente come lui. Naturalmente, il sacerdote sa di esporsi a polemiche ed attacchi,ma, come già fatto in passato, non rinuncia a dire la sua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.