San Martino V.C. Procedono come da programma lavori per costruzione Oratorio Parrocchiale.

Procedono spediti i lavori per la realizzazione dell’oratorio parrocchiale San Giovanni ventitreesimo a San Martino Valle Caudina. Un’opera, per la quale è stato investito un milione e duecentomila euro. Fondi ottenuti dal parroco don Salvatore Picca, per il 75 per cento dall’otto per mille, che i contribuenti destinano alla chiesa cattolica. Il restante 25 per cento sarà, invece, a carico delle due parrocchie del piccolo centro caudino, entrambe retta da don Salvatore. Da ieri, si è entrati nella seconda fase che, secondo il cronopropramma dei lavori, dovrà essere portata a termine entro la fine dell’anno. Poi, si passerà alla terza ed ultima fase per fare si che l’oratorio possa essere aperto per il mese di giugno del 2019. La prima pietra fu portata da don Salvatore e dai fedeli di San Martino, a Roma e fu fatta benedire da papa Francesco. Lo stesso pontefice suggerì a don Salvatore di intitolare l’oratorio al papa buono che volle il concilio Vaticano secondo. Del resto, l’oratorio sarà messo a servizio dell’infanzia, degli adolescenti delle stesse famiglie. Un luogo di aggregazione, un punto di riferimento dove i ragazzi potranno crescere, maturare, ma anche giocare e dare vita a tante iniziative. Purtroppo, nei nostri paesi, sono sempre di meno queste spinte propulsive verso le nuove generazioni. Le famiglie delegano tutto alla scuola che, certo, non può organizzare anche il tempo libero. Così, i ragazzi che provengono da famiglie agiate, possono frequentare dei centri a pagamento, per gli altri non resta che la strada. Gli oratori sopperiscono proprio a questa sorta di abbandono pericoloso e, probabilmente, ce ne sarebbe grande bisogno anche in altre realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.