Il San Martino V.C. riceve al Pignatelli il Ponte.

Il San Martino lascia indietro la delusione di coppa e si rituffa nel campionato. L’eliminazione dal torneo regionale sul campo della Sessana non è andato giù al tecnico Luca Pini che ci teneva a proseguire in questa competizione, ma una serie di fattori compresa la sfortuna hanno fatto si che non si andasse avanti. Dopo la giornata di riposo, la seduta di allenamento ieri è servita a rimettere la barra a centro e preparare la gara di oggi contro il Ponte. Le due squadre si conoscono, si sono affrontate solo una decina di giorni fa nel turno di coppa, vinsero nettamente i caudini anche se la squadra di Candrina mancava di giocatori importanti. Come si sa il campionato è tutt’altra cosa, le motivazioni sono nettamente diverse, quindi è lecito aspettarsi un confronto diverso. Il San Martino deve fare a meno dello squalificato Marseglia, cosa che costringe il tecnico Pini a valutare diverse alternative per disegnare il centrocampo del suo 4-3-3. Marseglia è un uomo importante quello che in campo non si vede ma si sente per il lavoro oscuro che produce. Una variante potrebbe essere quella di Salvatore Petrozzi un po’ più arretrato, una sorta di trequartista, dietro Fruggiero ed il giovane Giuseppe Esposito, oppure l’impiego dal primo minuto di a centrocampo di Genny Esposito. Le decisioni di Pini le conosceremo al momento di scendere in campo. Entrambe le squadre vengono da un pareggio nella prima gara del campionato, strameritato quello dl San Martino con la Sanseverinese, sofferto invece quello dei sanniti con la matricola Abellinum. Il Ponte è cosciente che sarà un campionato difficile, che l’obiettivo salvezza va raggiunto con una squadra che si esprime al massimo. Conta tra i sanniti il contributo notevole della vecchia guardia, il portiere Possemato, il difensore Zotti, lo stesso tecnico Candrina che fa da allenatore e giocatore, ma soprattutto il bomber Alessio Fusco, devono guidare i tanti giovani in campo. Per la gara di oggi al “Pignatelli” dovrebbe rientrate proprio il bomber Fusco, che non ha giocato domenica scorsa, per il resto Candrina dovrebbe affidarsi alla stessa formazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*