San Martino V.C. Ripartono i servizi di mensa scolastica e di trasporto scolastico.

E’ l’investimento più importante che fa l’amministrazione comunale di San Martino Valle Caudina con il proprio bilancio. Lunedì primo di ottobre, per il terzo anno scolastico consecutivo , così come aveva garantito il sindaco Pasquale Pisano, ripartono i servizi di mensa e dello scuola bus. La giunta investe, complessivamente, settantamila euro che si ripartono quasi al cinquanta per cento su i due servizi. E’ un aiuto e non di poco conto sopratutto per le famiglie meno abbienti che poi sono quelle che hanno anche più figli a scuola. Una sorta di welfare comunale, studiato in un momento in cui, si continuano a tagliare i servizi. Servizi necessari anche per evitare una sorta di emigrazione scolastica. Senza lo scuola bus, ad esempio, le famiglie che vivono nei territori di confini con Montesarchio e Cervinara, avrebbero iscritto i loro figli alle scuole di questi due comuni. Con i pulmini, invece, diventa tutto più sicuro ed ai genitori viene evitata l’incombenza di rispettare gli orari per accompagnare o andare a prendere i figli a scuola. Ancora più importante, il servizio di mensa scolastica. Prima dell’elezione a sindaco di Pisano, il servizio era autogestito dai genitori. Ora è ripassato alla dipendenze del comune che cerca di assicurare anche una corretta alimentazione, favorendo, con la ditta che si è aggiudicata l’appalto, il chilometro zero dei prodotti. In tutto questo, le famiglie con meno difficoltà sono agevolate al massimo, secondo il loro reddito Isee. Purtroppo, non tutti i comuni possono assicurare questi servizi. I bilanci sono sempre di più oggetto di tagli. E’ necessario ponderare ogni spesa, anche la più piccola. Per San Martino Valle Caudina,come ci ha spiegato, il sindaco Pisano, è grande sacrificio. Ma la mia amministrazione lo fa volentieri. In campagna elettorale avevamo assicurato che i problemi della scuola sarebbero stati al primo posto nella nostra agenda e ci stiamo spendendo, al massimo, per rispettare quello che avevamo promesso. Lo facciamo perchè vogliamo che il nostro paese sia sempre di più a misura d’uomo e, per farlo, si deve partire dal benessere dei bambini e delle famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.