San Martino V.C. Ritrovata nei pressi della stazione ferroviaria pistola giocattolo priva tappo rosso.

Dovrebbe essere la pistola con la quale, circa dieci giorni fa, è stata messa a segno prima una rapina contro un distributore di benzina e poi, la gestrice è stata costretta a seguire il bandito alla stazione ferroviaria. Non molto lontano dallo scalo ferroviario di San Martino Valle Caudina, una contadina ha ritrovato una pistola ed ha subito informato le forze dell’ordine. Dovrebbe trattarsi di un’arma giocattolo, alla quale, però era stata tolto il tappetto rosso, quindi, sembra una pistola vera e propria. Ora sono in corso accertamenti anche per capire se l’arma è stata usata in altri episodi del genere. Intanto, ricordiamo che qualche giorno dopo la rapina, l’autore, un minorenne noto alla forze dell’ordine, è stato assicurato alla giustizia. Il ragazzo si era rifugiato a casa della sorella, che vive a Napoli. Proprio lì è stato trovato ed arrestato dagli agenti della questura partenopea. Insomma, con il ritrovamento della pistola, il caso dovrebbe essere chiuso. Ora sarà il processo a stabilire la pena per il minorenne. Sullo sfondo, però, si deve per forza di cosa, segnalare una delinquenza giovanile che diventa sempre più violenta e spavalda, alla spasmodica ricerca di soldi facili. Una delinquenza che, nella stragrande maggioranza dei casi, agisce sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. I soldi servono proprio a comprare la cocaina che ti da il coraggio anche di impugnare una pistola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*