San Martino V. C: un telerilevamento per la pubblica illuminazione.

“ Non dovranno essere più i cittadini a segnalarci eventuali guasti o cattivi funzionamenti. Ci sarà un telerilevamento elettronico che ci avvertirà, in tempo reale delle eventuali criticità. In questo modo, l’ufficio tecnico o il comando di polizia municipale potranno intervenire immediatamente”. E’ quanto dichiara il sindaco Pasquale Pisano, presentando un interessante progetto che riguarda la pubblica illuminazione cittadina. Le nuove tecnologie sono alla base del progetto per rendere più efficiente l’impianto di pubblica illuminazione di San Martino. Un intervento che vale 900 mila euro ed è stato pensato per risparmiare energia e per limitare emissioni in atmosfere ed inquinamento visivo. Un progetto di efficientamento energetico che completa l’intera rete di pubblica illuminazione a San Martino Valle Caudina, visto che parte del paese, quasi la metà, può già contare su un impianto all’avanguardia. Il dispositivo licenziato dalla giunta Pisano serve per il completamento della rete. Ma, oltre a ciò, è prevista una importante innovazione che renderà, sicuramente, molto più efficiente l’intero servizio. Stiamo parlando di un telerilevamento elettronico che monitorerà 24 ore al giorno il funzionamento di tutti i lampioni, uno ad uno. Il sistema è stato pensato non solo per segnalare eventuali guasti, ma anche per tenere sotto controllo l’emissione di energia e valutare l’usura degli elementi. Il telerilevamento, quindi, sarà in grado di stabilire quando è necessario il ricambio di lampade, fili e tutti gli altri materiali. In questo modo, sempre secondo, il primo cittadino, ci sarà un sicuro abbattimento dei costi ed il comune pagherà una bolletta energetica molto meno cara. Senza contare che, proprio grazie al telerilevamento, il comune potrà continuare a gestire in house la pubblica illuminazione e non sarà necessario affidare il servizio all’esterno. Si tratta di un ultimo tassello di grande importanza per l’efficientamento energetico, visto che già per tutti gli edifici pubblici sono stati realizzati importanti interventi. Mancava la metà della pubblica illuminazione ed ora questo progetto dovrebbe completarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.