San Martino Valle Caudina continua a credere e a scommettere sulla sicurezza.

Da diversi anni possiede un moderno impianto di video sorveglianza che è gestito dal comando di polizia municipale ma è a disposizione di tutte le forze dell’ordine. L’impianto fu finanziato da un pon sicurezza del ministero degli interni ed ha dato risultati straordinari sia per la repressione dei reati sia per la prevenzione. Il 18 aprile del 2017 è stata approvata la legge per installare nuovi impianti di video sorveglianza o per implementare gli esistenti, sempre con fondi stanziati dal ministero degli interni. Un’occasione che la giunta comunale di San Martino Valle Caudina, guidata dal sindaco Pasquale Pisano, non poteva certo farsi sfuggire. Così domattina, venerdì quattro di maggio, il primo cittadino Pisano si recherà presso il palazzo di governo di Avellino per siglare con il prefetto Maria Tirone il protocollo di intesa propedeutico a poter intercettare questi fondi. “ Siamo già pronti ad elaborare un progetto per implementare l’attuale impianto, ci ha detto il primo cittadino. L’attuale impianto di videosorveglianza, grazie anche al comando di polizia municipale, diretto dal capitano Mauriello, e alle altre forze dell’ordine, ci ha consentito di abbattere i tanti odiati reati contro il patrimonio. Allo stresso tempo si percepisce tra tutti i cittadini un senso di maggiore sicurezza. Senza contare che un territorio mappato dalle telecamere diventa meno appetibile per delinquente di ogni genere. Si tratta di una sorta di deterrente. Per questo motivo, ha concluso Pisano, abbiamo subito deciso di aderire a questa nuova possibilità che ci concede il ministero degli interni”. La legge ha già la copertura finanziaria, quindi, i fondi dovrebbero arrivare anche in tempi relativamente brevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.