San Tommaso-San Martino V.C.: sfida aperta a tutti i risultati

Anche dopo i recuperi di Baiano e Ariano il San Martino mantiene la quarta posizione in classifica, che significa play off. Ora la squadra caudina affronta le tre gare finali ben sapendo che molto dipende dal proprio rendimento oltre che dalla determinazione. Subito c’è un ostacolo quasi insormontabile, difficile, proibitivo, i biancorossi infatti sono impegnati al “Roca” di Avellino contro la capolista San Tommaso. Alla squadra avellinese manca poso per tagliare il traguardo del ritorno in Eccellenza, basta sfruttare le due gare casalinghe, prima San Martino e all’ultima il fanalino di coda Siconolfi per tenere a bada il Grotta. Va detto però che mister Fasano non è affatto tranquillo, contro il San Martino ha avuto sempre difficoltà con le sue squadre, all’andata addirittura perse, quindi vuole la sua squadra pronta senza cali di tensione per sfatare un po’ la sua bestia nera. Ed il San Martino? Qualcuno dice che si affiderà alla sua solita incoscienza e poi si vedrà. Intanto la gara con la capolista è stata preparata con particolare attenzione anche alla luce della rinuncia obbligata a due pedine importanti in questo frangete di campionato come l’attaccante Tranfa ed il centrocampista Marseglia, appiedati dal giudice sportivo. Lascia stupiti la punizione inflitta a Tranfa, tre giornate di stop che significa campionato finito e possibile ritorno per le gare play off, per quanto l’arbitro ha scritto nel referto dopo quello che a tutti è sembrato un normale fallo di gioco. Ma il San Martino, anche questa è stato un aspetto non secondario, è stato spesso penalizzato dalle decisioni arbitrali. Ma ora è il momento decisivo e si deve pensare solo al campo, in attacco quindi tutto affidato a Petrozzi e De Matteo, con la possibilità di inserimento del giovane Lama. Ma è al difesa il reparto che deve funzionare a perfezione per bloccare il bomber del San Tommaso De Biase in primis a e poi i fratelli Manco. Non per niente la difesa caudina è la seconda più forte del torneo ed è pronta anche le bocche di fuoco della prima della classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.