Sanità Italiana di Bassa Classifica. La nota di Franco Petraglia.

Il sistema sanitario italiano, secondo l’Euro health consumer index 2016, è fermo al 22° posto in classifica. Ai primi posti si confermano i Paesi Bassi, seguiti dalla Svizzera, Norvegia, Belgio e Islanda. La classifica concerne i diritti degli ammalati, informazioni, servizi e accesso alle cure. Si tratta, in sostanza, di ricerche sul livello di soddisfazione dei cittadini, che vede più della metà degli italiani non contenta della sanità,una percentuale che al Sud supera il 70 per cento. Le criticità riguardano le estenuanti liste d’attesa per interventi chirurgici, la scarsa disponibilità del personale medico e infermieristico. Per non parlare delle visite specialistiche che, specialmente nella nostra martoriata Campania,richiedono tempi biblici. Al Nordovest la situazione è piuttosto positiva con oltre sette italiani su dieci contenti di ospedali e medici. Del tutto diversa è la faccenda al Centrosud, con le isole che toccano il 72,4 per cento di insoddisfazione. Chiedo alla ministra Lorenzin se sia giusto che l’Italia occupi un posto in classifica così deludente e inoltre per quale assurdo motivo ci debbano essere due Italie (Nord-Sud) con due pesi e due misure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.