Sanità, sfascio 118, M5S : Subito centrale unica regionale.

118 ambulanza“Siamo vicini ai rappresentanti dell’Usb dell’ospedale Cardarelli che sono in sciopero della fame e della sete per salvare il servizio 118. Riteniamo che i medici, gli operatori sanitari del 118 rappresentino la vera frontiera del servizio sanitario regionale in Campania  e spesso sono oggetto della rabbia dei cittadini e dei pazienti che si trovano  a vivere una condizione di disagio estremo in momenti delicatissimi come quelli di un’emergenza grave”. Parla Valeria Ciarambino, capogruppo del M5S al Consiglio regione e membro della Commissione Sanità. “Il 118 è un servizio che va assolutamente sostenuto  e riorganizzato perché oggi  è allo sfascio totale – accusa-  ci sono problematiche sia di ordine organizzativo: situazione disomogenea sul territorio regionale e gravi disfunzioni gestionale”. “Il personale è carente  e di età media elevata -denuncia- i mezzi sono obsoleti e le attrezzature di bordo non adeguate”. “Come M5S abbiamo raccolto il grido d’allarme incontrando nei giorni scorsi e in altre occasioni gli operatori del 118 dopo la ricognizione abbiamo presentato alla legge di stabilità – oggi  in discussione – due emendamenti specifici – sottolinea Ciarambino – innanzitutto abbiamo proposto la creazione  di una centrale operativa unica regionale del 118 che sia in capo alle Asl  come accade con successo in altre regioni italiane e non avviene in Campania in cui c’è una totale eterogeneità  gestionale con una centrale operativa ubicata in un ospedale e personale che invece fa capo all’Asl mentre  i mezzi  sono di aziende private”. “Abbiamo chiesto una ricognizione  e integrazione dei mezzi di soccorso sul territorio regionale  – conclude  – e la loro verifica affinché si accerti il rispetto  degli standard qualitativi  previsti e stabiliti dalla conferenza Stato-regioni  in termini di numero di unità in rapporto agli abitanti, alla caratteristica del territorio e alle esigenze dell’utenza”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.