Sant’ Agata dei Goti. Infiorata Corpus Domini

Arte, tradizione e devozione. L’Infiorata del Corpus Domini di Sant’Agata de’Goti è un rito che si rinnova, ogni anno, con sempre maggiore affluenza di fedeli e turisti. Nella giornata di ieri, domenica 3 giugno, migliaia di visitatori, provenienti da diverse regioni d’Italia, sono giunti nel borgo saticulano per assistere e partecipare, unendosi e mescolandosi agli abitanti della città, allo spettacolo dell’Infiorata. “Ancora una volta grazie, ha commentato il sindaco Carmine Valentino a margine dell’evento, ai maestri infioratori, agli esecutori dei lavori realizzati nelle piazze e tra le strade della città, alle Autorità Militari e Religiose, ai nostri Parroci e alla Diocesi tutta, ai volontari di Protezione Civile Comunale ed al Cireneo Onlus, al comando di Polizia Municipale, della locale stazione dei Carabinieri, all’Ente e all’Amministrazione Comunale, alle associazioni territoriali, al presidente della Società Operaia di Mutuo Soccorso Antonio Pascarella e per suo tramite a tutti i soci e collaboratori del sodalizio che ha coordinato i lavori e gli allestimenti.
Grazie a tutti cittadini che da mesi lavorano per la realizzazione di questo spettacolare momento che coniuga sapientemente fede ed arte popolare. La tradizionale processione del Corpus Domini è sempre un momento di straordinaria intensità e grande partecipazione. Il rito che si ripete ha, ogni volta, un significato particolare per chi è credente ma anche per chi assiste all’eccezionale spettacolo scenografico dell’Infiorata. Vedere la città intera attivarsi per contribuire alla perfetta riuscita dell’iniziativa, per rendere unico questo momento, è sempre un’emozione unica ed indescrivibile a parole. Bisogna viverla, percorrendo lentamente le strade del borgo, in preghiera, osservando, ascoltando, lasciandosi inebriare dai profumi, dalle sensazioni, dalla gioia di esserci. L’infiorata è parte integrante della storia santagatese ed è un evento che rappresenta la cultura e la devozione di una terra da sempre legata ai temi religiosi; mantiene vive le tradizioni popolari e valorizza il nostro patrimonio storico, artistico, culturale. Un successo, anche quest’anno, frutto della collaborazione di un’intera città e dei suoi abitanti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.