Sant’Agata dei Goti. Intervento in località Cesine.

Il sindaco del Comune di Sant’Agata de’ Goti Carmine Valentino nei giorni scorsi ha effettuato un sopralluogo in un’area di località Cesine destinataria di un finanziamento per i lavori di trasporto e smaltimento dei materiali rinvenienti dall’alluvione che nell’ottobre del 2015 colpì il territorio comunale e l’intero Sannio. Ad accompagnarlo il vicesindaco Nicoletta Vene, gli assessori Valerio Viscusi ed Oreste Viola, ed i tecnici del Comune di Sant’Agata de’ Goti. Lo scorso 29 dicembre, era stato proprio il primo cittadino a sottoscrivere presso gli uffici regionali del Genio Civile di Benevento un atto aggiuntivo alla convenzione per l’affidamento delle funzioni di soggetto attuatore stipulata in data 5 agosto 2016 tra il commissario delegato e l’ente saticulano e relativa alle procedure giuridico-amministrative per la realizzazione dell’intervento di “Completamento II lotto funzionale: trasporto e smaltimento materiali rinvenienti dall’alluvione – località Cesine”.
“Continua la nostra azione amministrativa – ha commentato il sindaco Valentino a margine del sopralluogo – e nuovi spazi vengono recuperati alla piena fruibilità. Quest’area era stata individuata per il deposito dei materiali rinvenienti dall’alluvione. I lavori di trasporto e smaltimento dei materiali, e di riqualificazione del sito, sono stati finanziati con i fondi dell’ex commissario di Governo. Un intervento per un importo stimato complessivo di 150 mila euro che non graverà sulle casse comunali. E questo grazie alla capacità di questa amministrazione di intercettare fondi e finanziamenti sovracomunali a rimarcare ancora una volta il buon lavoro svolto dall’intera struttura municipale. Un grazie alla struttura tecnica amministrativa del Genio civile di Benvenuto, guidata dal dirigente regionale Giuseppe Travia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.