Sara Di Pietrantonio uccisa anche dall’indifferenza. La nota di Franco Petraglia.

Il raccapricciante omicidio di Sara Di Pietrantonio, la studentessa 22enne arsa viva in Via Magliana dall’ex fidanzato, reo confesso, mi ha profondamente turbato l’animo e la mente. Ma ciò che mi ha sconvolto ancor più è stato il fatto che Sara è stata uccisa soprattutto dall’indifferenza. La ragazza ha chiesto aiuto alle auto in transito, ma nessuno si è fermato né ha chiamato il 113. La tragedia  era evitabile. Sarebbe bastata un po’ di coscienza. Purtroppo questo è il tempo in cui viviamo. Questa è diventata la triste mentalità pubblica : egoismo e mancanza di solidarietà e carità cristiana. E’ ora di porre fine, una volta per sempre, a questo turpe femminicidio che vulnera la preziosa figura muliebre, ma al tempo stesso occorre più coraggio e altruismo  quando qualcuno è in difficoltà. Ingredienti basilari di un popolo civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*