Sblocco fondi Pac, Coldiretti: boccata di ossigeno.

Risorse fresche saranno presto disponibili per le aziende agricole. Le procedure di pagamento dei fondi comunitari previsti dalla nuova Politica agricola comune (Pac) dell’Unione Europea sono state sbloccate. Lo rende noto la Coldiretti, dopo aver sollecitato con forza la soluzione.

“Agea, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura – spiega Gennaro Masiello, presidente di Coldiretti Benevento e vicepresidente nazionale – ha finalmente fatto partire l’iter per far arrivare alle aziende quanto ancora dovuto. In un momento di congiuntura negativa per i pressi dei prodotti agricoli rappresenta una boccata d’ossigeno per le imprese. Ora bisognerà capire i tempi tecnici che gli enti pagatori sul territorio prenderanno per l’accredito concreto dei fondi. L’Unione Europea per la nuova Pac ha stanziato complessivamente 21 miliardi fino al 2020 per gli aiuti diretti agli agricoltori”.

“Le erogazioni – aggiunge Francesco Sossi, direttore di Coldiretti Benevento – erano state sospese per il ricalcolo dell’esatto ammontare dei titoli definitivi alla luce delle incertezze connaturate alla partenza del primo anno della nuova Pac. Agea aveva erogato nello scorso autunno un anticipo dei fondi, circa la metà della somma, che ha interessato circa il 50% delle imprese. Un’ulteriore buona notizia sarà un decreto sul 2014, che interessa una parte di aziende rimaste al palo. Con la pubblicazione del registro dei titoli definitivi, verrà inviata la seconda tranche del pagamento, comprese le aziende che non avevano ancora ricevuto nulla, a cui i soldi saranno inviati tutti assieme”.

Il completamento dei pagamenti alle aziende è importante – sottolinea Coldiretti – anche in considerazione dell’imminente scadenza del termine per la presentazione della Domanda Pac 2016, che dovrà essere effettuata entro il prossimo 15 maggio. A tale proposito la Coldiretti invita tutti gli agricoltori interessati a recarsi quanto prima presso i propri uffici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*