Scarcerata nonna pusher. Ribaltata la sentenza in Corte d’Appello.

E’ finito questa mattina l’incubo per S.C., 65enne incensurata di Napoli, che la mattina del 20 Febbraio 2015 veniva arrestata insieme ad altre due persone con la grave accusa di essere a capo di una associazione dedita allo spaccio di sostanza stupefacente, in particolare cocaina, particolarmente attiva nel cuore della città di Napoli, zona Porta Capuana. Nello specifico l’anziana donna era accusata di gestire un fiorente traffico di droga che avveniva in un basso, sito in Vico Lungo Carbonara di Napoli. Ieri pomeriggio, la Corte d’Appello di Napoli, 1^ sezione penale, in accoglimento della tesi difensiva del difensore della 65enne, l’avvocato avellinese Rolando Iorio, ha completamente riformato la sentenza di primo grado, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, disponendo l’immediata scarcerazione di S.C.. In particolare la donna, che in primo grado e con il patrocinio di un altro difensore, era stata giudicata con il rito abbreviato ed aveva avuto una condanna ad anni 5 e mesi quattro di reclusione, si è vista ieri cadere tutte le principali accuse mosse contro di lei con una pena ridotta ad anni 1 e mesi 6. La 65 enne è stata quindi immediatamente posta in libertà.
Il Procuratore Generale aveva chiesto la conferma della sentenza emessa in primo grado.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*