Sequestrati 55 grammi di cocaina, in manette alle porte di Benevento una 46 enne.

Nell’ambito del dispositivo di controllo economico del territorio disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento, le Fiamme Gialle sannite hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, una cittadina napoletana quarantaseienne residente a Somma Vesuviana per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti. Nel corso di un controllo predisposto lungo la Statale SS 7 Appia teso alla prevenzione nonché alla repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti una pattuglia del Nucleo di Polizia Tributaria ha fermato una Fiat Panda, all’interno della quale ha rinvenuto un involucro di cellophane trasparente, avvolto da nastro adesivo e contenente complessivamente 55 g. di cocaina pura. I militari, diretti dal Tenente Colonnello Gennaro Pino, Comandante del Nucleo di Polizia Tributaria, hanno accertato che la donna alla guida del veicolo – oltre ad essere gravata da numerosi precedenti di polizia – era stata destinataria nel 2007 di un provvedimento di ordinanza di custodia cautelare in carcere emesso dal GIP del Tribunale di Napoli unitamente ad altre 200 persone, responsabili del compimento di reati inerenti sostanze stupefacenti, con l’aggravante dell’art. 7 della Legge 203/91 e altresì denunciata nel 2015 dal Commissariato di Monfalcone assieme ad altre 54 persone per associazione a delinquere finalizzata ad acquistare dall’INPS migliaia di buoni lavoro (cosiddetti “Voucher”) per prestazioni di lavoro occasionali (mai effettuate) pari ad una somma complessiva di euro 280.000,00 circa, acquisendo indebitamente dati delle carte di credito di ignari soggetti mediante la tecnica del phishing. Nel prosieguo delle operazioni i finanzieri hanno quindi provveduto a sequestrare, unitamente alla sostanza stupefacente rinvenuta, anche l’autovettura, in quanto strumentale alla commissione del reato. Al termine delle attività, giuste disposizioni del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Benevento, la cittadina – che peraltro non risulta aver mai presentato dichiarazione dei redditi – è stata associata presso la locale Casa Circondariale in quanto ritenuta responsabile, in violazione dell’articolo 73 del D.P.R. n. 309/90, della detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti.La droga sequestrata avrebbe reso sul mercato locale al dettaglio non meno di 12.500 euro. Con questa operazione le Fiamme Gialle sannite durante gli ultimi 12 mesi, nel solco del prolungato sforzo al contrasto della diffusione di droghe nella città e nell’hinterland beneventano, hanno tratto in arresto 27 soggetti e sottoposto a sequestro oltre 11,5 chilogrammi di sostanze stupefacenti di differrente qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*