Serino. In manette una 23 enne nigeriana. E’ accusata di omicidio.

E’ stata arrestata una extracomunitaria nigeriana, accusata di aver ucciso a Brindisi il suo compagno a coltellate. La presunta omicida, ha 23 anni, è una immigrata in regola con il permesso di soggiorno ed è ospite in una struttura del serinese. L’uomo è stato ammazzato in un appartamento di via Bastioni Carlo V a Brindisi, la scorsa settimana. Per gli inquirenti della procura pugliese non ci sono dubbi: sarebbe stata la sua compagna ad armarsi di coltello e colpire ripetutamente. Come detto l’indagata risiede nella struttura irpina, e lì gli agenti della Volante della Questura di via Palatucci, al comando dal vicequestore Elio Iannuzzi, hanno interrogato e denunciato anche un’amica della donna. Deve rispondere di falso e truffa ai danni dell’associazione. La donna avrebbe, su richiesta della presunta assassina, apposto la firma di presenza a Serino, nella notte in cui si è consumato il brutale omicidio. In pratica un tentativo – anche piuttosto ingenuo – di costruirsi un alibi. Tentativo che è stato però scoperto. Sul movente del delitto non c’è ancora nessuna certezza, come risultano anche poco chiare le circostanze che hanno innescato la lite tra i due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.