Servizi antisciacallaggio nei centri maggiormente colpiti dall’alluvione.

PaupisiI carabinieri del Comando Provinciale hanno intensificato i controlli del territorio per contrastare il fenomeno dei reati predatori soprattutto ai danni di quelle abitazioni sgomberate a causa dell’alluvione dei giorni scorsi con servizi mirati nell’arco delle 24 ore e scongiurare così eventuali episodi di sciacallaggio proprio nelle aree maggiormente interessate dal maltempo.  Nel corso di tali servizi, infatti a Paupisi, uno dei comuni maggiormente colpiti, dove in effetti sono molte le abitazioni evacuate, i carabinieri della locale Stazione hanno sorpreso in quella località Collepiano tre giovani rumeni tra i 21 e 25 anni, domiciliati in provincia di Viterbo e Salerno, con precedenti specifici per reati contro il patrimonio, mentre si aggiravano tra alcune case e non sapevano giustificare la loro presenza in loco e, pertanto, sono stati proposti al Questore per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio dal centro di Paupisi.  Gli stessi controlli straordinari, effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Montesarchio nella zona della Valle Caudina, hanno permesso anche di deferire in stato di libertà 8 persone. Nel dettaglio: a Montesarchio i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dello stesso centro a seguito di perquisizione hanno rinvenuto un trattore agricolo, marca Carraro, con numero di telaio abraso, opportunamente nascosto nelle pertinenze dell’abitazione di D.M.E. un agricoltore 30enne e, pertanto, mentre il veicolo è stato sequestrato per risalire all’effettivo proprietario, lo stesso agricoltore, già noto ai carabinieri, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per ricettazione; a Sant’Agata de’ Goti, un giovane studente 22 enne del luogo è stato denunciato in stato di libertà per guida sotto l’effetto dell’alcool e quindi l’auto gli veniva sequestrata e la patente di guida ritirata; a Pannarano una coppia è stata denunciata per minacce ed ingiurie a seguito di una lite con alcuni vicini di casa. Sempre nello stesso centro i militari hanno denunciato M.N. 22enne di Pannarano, sottoposto all’obbligo di restare in casa nell’arco notturno che, in occasione dei controlli effettuati non era presente nella propria abitazione. Analoga violazione è stata contestata a M.L., un 32enne di Airola che non è stato trovato in casa ai controlli dei Carabinieri; lungo la strada statale Appia due persone della provincia di Caserta, invece sono trovati e  denunciati per possesso di contrassegni assicurativi contraffatti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.