Servizi Lea, si punta a garantire la continuità assistenziale

Si è tenuto stamattina a Palazzo Mosti il Coordinamento istituzionale dell’Ambito B1. All’ordine del giorno la necessità di garantire la continuità dei servizi Lea – Livelli essenziali di assistenza, dopo la scadenza dei contratti di lavoro del personale dell’Ufficio di Piano e del Servizio Sociale.
In apertura dei lavori, è emersa la preoccupazione per il blocco dei servizi nei Comuni nonché l’auspicio che vengano rinnovati al più presto i rapporti di lavoro con le professionalità già attive nell’Ambito.
Il sindaco Clemente Mastella, in qualità di presidente del Coordinamento istituzionale dell’Ambito B1, ha dunque annunciato di aver avviato un’interlocuzione con il ministero degli Interni che dovrà autorizzare la spesa per i rinnovi contrattuali al fine di consentire la prosecuzione dei servizi; un passaggio necessario nelle more della nascita della nuova forma di gestione individuata dal Coordinamento in materia di politiche sociali.
Su questo tema il sindaco Mastella ha confermato l’indirizzo che individuava nella forma del Consorzio il nuovo soggetto giuridico che dovrà gestire i servizi sociali nei Comuni dell’attuale Ambito B1 che abbraccia, oltre al capoluogo, i centri di Apollosa, Arpaise, Ceppaloni e San Leucio del Sannio. A tal proposito i componenti del Coordinamento hanno espresso la necessità di istituire il nuovo soggetto giuridico in tempi certi, possibilmente dal prossimo 1° gennaio 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*