Servizi sociali e assistenza sanitaria: sportelli Porta Unica di Accesso (PUA)

Sono partite le attività della Porta Unica di Accesso. Il servizio di funzionamento della PUA fa parte della programmazione dei servizi in favore delle persone anziane dell’Ambito Territoriale Sociale A04 ed è stato finanziato con i fondi di cui al Piano di Azione e Coesione – Servizi di Cura agli Anziani non autosufficienti – Piano di intervento Anziani – I° Riparto. Il servizio è stato aggiudicato all’ATI ASSeL-Assistenza & Lavoro Cooperativa Sociale arl ONLUS (capogruppo mandataria), VITASI’-Società cooperativa sociale-Impresa sociale (mandante) e AGORA’-Agenzia di promozione e sviluppo sociale no profit (mandante). Questa mattina si è tenuto a Palazzo di Città un incontro tra l’assessore alle politiche sociali Marco Cillo e i rappresentanti delle cooperative per fare il punto della situazione sull’avvio del servizio sociale e di assistenza sanitaria sul territorio comunale e dell’Ambito A04. “Con l’attivazione della PUA – spiega l’Assessore ai Servizi Sociali Marco Cillo – puntiamo al superamento della frammentarietà dell’accesso alle prestazioni socio-assistenziali e socio-sanitarie previste per il nostro territorio. Si tratta di un importante strumento a favore dei cittadini che agevola l’accesso ai servizi sociali e all’assistenza sanitaria attraverso procedure più semplici. Infatti con questo sistema – precisa l’assessore – saranno snellite le procedure e i cittadini potranno attingere alle informazioni necessarie in tempi rapidi: dalle notizie sulle opportunità e sui diritti alle prestazioni, a quelle sulle risorse dell’offerta territoriale dei servizi socio-sanitari, sull’accoglienza e sulla valutazione dei bisogni di salute”.

Le prestazioni previste saranno assicurate, per ogni Centro che costituisce la Porta Unica di Accesso, nei giorni e orari di apertura al pubblico, che sono previsti di mattina dal lunedì al venerdì. In particolare gli sportelli PUA attivi sul territorio dell’Ambito A04 sono sei: tre nella città di Avellino (presso il Centro Sociale Samantha della Porta, presso Piazza del Popolo 2° piano e presso l’Asl di via degli Imbimbo) e altre tre sedi nei Comuni di Altavilla Irpina, Cervinara e Pietrastornina.

La Porta Unica di Accesso avrà la caratteristica di velocizzare al massimo i tempi di attesa e la garanzia per l’utente di un tempo certo per la presa in carico attraverso l’impiego di otto Assistenti sociali. A queste figure professionali è affidato il compito di accogliere, informare e orientare il cittadino attraverso la fase di ascolto attivo delle richieste e dei bisogni; di informare sulle opportunità, risorse, prestazioni e possibili agevolazioni; di dare indicazioni sul sistema dei servizi esistenti ed accessibili; di orientare verso il canale più adatto per ottenere una risposta adeguata da altri servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*