Servizio civile nazionale, 229 posti nei campi con Inac-Cia

Il servizio civile è possibile svolgerlo anche in agricoltura, dando assistenza agli anziani, gli stranieri nei campi e tutelando i diritti dei cittadini. L’Inac, il Patronato promosso dalla Cia-Agricoltori Italiani vede per il quinto anno consecutivo finanziati i suoi progetti di servizio civile nazionale che salgono a 14, dei quali uno all’estero in Albania. Lo annuncia la confederazione agricola nel precisare che complessivamente sono 229 i posti disponibili in Abruzzo (10 posti), Calabria (11), Campania (30), Lazio (8), Liguria (12), Marche (16), Molise (10), Piemonte (18 posti), Puglia (26), Toscana (50), Veneto (14 posti) ed Umbria (20), cui si aggiungono 4 posti all’estero sulla sede di Tirana in Albania. I progetti, a cui possono candidarsi giovani dai 18 e i 29 anni non compiuti al momento della presentazione della domanda, ricadono negli ambiti di impegno del Patronato e vanno dall’azione di informazione sui diritti degli stranieri in Campania, Liguria, Lazio, Calabria e Torino, a quella verso gli anziani in Veneto, Piemonte, Abruzzo, Molise, Puglia e Marche e quelli di tutela dei diritti dei cittadini in Toscana ed Umbria. La durata di ogni progetto, aperto a giovani sia italiani che stranieri (con regolare permesso di soggiorno), è di 12 mesi per un impegno settimanale di circa 30 ore su 5 giorni, ed è previsto il riconoscimento di un compenso mensile di 433,80 euro. Il compenso sale di circa il doppio per il progetto in Albania, per il quale è previsto anche il vitto e l’alloggio. I giovani interessati possono presentare la propria candidatura entro e non oltre le ore 14.00 del 26 giugno 2017, compilando i modelli disponibili sul sito www.inac-cia.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*